13
mag
06

Pappardelle zafferano e zucchine

Stavolta non mi è riuscito preparare la fotografia a corredo del post perché avevo così tanta fame che non avevo proprio voglia di perdere tempo con la composizione dello scatto… Magari la prossima volta che riprovo questo piatto…
La ricetta è davvero semplice e anche d’effetto (se riuscite a dosare nella misura giusta gli ingredienti) e per i colori del piatto potrebbe essere anche una bella idea da presentare durante una cena che comprenda un bel tris di primi.
Gli ingredienti, dosati un po’ a occhio e per due sole persone, comprendono:

  • 180g di pappardelle all’uovo (io me le preparo da me grazie anche a queste ricette, ma potete anche comprarle)
  • 2 zucchine di media grandezza (non quelle con la buccia scura però, almeno per me sono più amare)
  • 1 bustina di zafferano (ho provato la ricetta anche con lo zafferano dell’orto di una mia amica, se lo avete fresco è più che consigliato; un’altra mia variante prevede l’uso della curcuma e di un pizzico di curry)
  • 80ml di panna da cucina
  • prezzemolo, sale.


Tagliate le zucchine in 4 nel senso della lunghezza e poi dividete ogni quarto in fettine abbastanza fini secondo il vostro gusto (maggiore lo spessore, maggiore il tempo di cottura). È possibile anche grattugiarle, ma si perde parecchio dell’effetto scenico perché il tutto risulta un po’ più “papposo”.
Scaldate in una padella un filo d’olio e una piccola noce di burro e poi tuffateci dentro le zucchine a rosolare, aggiungendo subito un po’ di sale in modo che rilascino parte della loro acqua.
La cottura è abbastanza rapida quindi potete benissimo mettere a bollire l’acqua per la pasta mentre cuocete le zucchine.
Quando le zucchine vi sembreranno cotte, controllate quanta della loro acqua è ancora presente (se l’acqua termina prima, aggiungetene… non fatele bruciare solo perché io non vi ho detto che l’acqua si può riaggiungere): se ce n’è abbastanza versateci la bustina di zafferano, altrimenti scioglietelo prima in un terzo di bicchier d’acqua. A questo punto versate anche la panna (e le pappardelle nell’acqua salata a bollore) e fate saltare il tutto a fuoco medio fino a rapprendere appena la panna. Regolate di sale (e pepe se vi aggrada) e prezzemolo e saltateci dentro le pappardelle che andrete poi a servire per la gioia del palato e degli occhi.
Se la stagione lo permette, si può guarnire il piatto con qualche ciuffio di fiore di zucchina…

About these ads


Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 159 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: