18
mag
10

Riso thai saltato con ananas e piselli

Riso saltato all'ananas

La ricetta di oggi l’avevo già pronta la settimana scorsa poi purtroppo fino ad oggi non sono riuscito a trovare due orette per sistemare la foto e scrivere il post (non si campa di solo blog, sigh)… Per fortuna molti di voi hanno approfittato dell’attesa per sperimentare con entusiasmo la sfoglia di ricotta dei post precedenti e quindi sono riuscito comunque a stare insieme a voi commentando qui, su Facebook e via email.
Inoltre, nel frattempo ho partecipato al concorso NeroNero di Lavazza per la realizzazione di una ricetta con il caffè nella speranza di poter essere selezionato per figurare nel libro di ricette il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza a Chefs Sans Frontières. Dei premi prestigiosi onestamente non mi importa molto (anche perché la macchina da caffè già ce l’ho), ma poter dare il mio contributo ad una simile iniziativa quello sì che mi farebbe piacere… Quindi se volete contribuire e votare il mio risotto al caffè (ricordate? L’avevo pubblicato qui), avete tempo fino al 30 giugno e potete anche rivotarmi ogni giorno! Grazie.

Torniamo dunque alla ricettina di oggi… Non pubblicavo una ricetta con il riso proprio da quel risotto al caffè dello scorso ottobre, anche se la sua preparazione è un po’ uno dei miei cavalli di battaglia in cucina (e anche apprezzato da voi lettori, tanto che uno è perfino finito nel menu di un servizio catering durante le ultime festività pasquali), per cui è giunto il momento di rimediare e anche in maniera sfiziosa! Certo, vi devono piacere certi accostamenti di sapori per poter apprezzare salato, dolce, aspro e piccante tutti insieme appassionatamente, ma sono convinto che il risultato riuscirà a stupirvi e convincervi.
Per le dosi vado un po’ a memoria perché in realtà ho preparato il piatto agguantando quello che mi capitava a tiro, ma per due persone vi dovrebbero occorrere:

  • 4 pugni di riso thai (quello un po’ fine e allungato)
  • 1 peperoncino verde fresco
  • 1 cucchiaio di cocco grattugiato essiccato
  • 1 cipollotto
  • 100gr di piselli già cotti (preferibilmente senza aggiunte come aglio, ecc. ma piuttosto neutri)
  • 3 fette di ananas spesse 1cm (meglio se fresco ma va bene anche quello conservato in succo, succo non sciroppo!)
  • una puntina di peperoncino in polvere
  • ½ cucchiaino di zenzero in polvere
  • succo di mezzo limone
  • sale
  • olio extravergine di oliva
  • un paio di rametti di timo-limone

Per prima cosa occupiamoci di togliere un po’ d’amido al riso, quindi sciacquatelo bene in acqua fredda e lasciatelo in ammollo mezz’ora. Scolate l’acqua e mettete il riso in un pentolino con altra acqua (all’incirca una quantità doppia del riso). Ponetelo a cuocere su fuoco medio, aggiungete un pizzico di sale e lasciate andare finché il liquido sia stato assorbito completamente (una decina di minuti).
Nel frattempo pulite l’ananas e tagliatelo a tocchetti, sminuzzate a julienne il peperoncino fresco, tagliate a rondelle fini il cipollotto e staccate le foglioline dai rametti del timo-limone.
Scaldate un wok sulla fiamma (mi sa che è la prima volta che utilizzo il wok sul blog) e versatevi 2-3 cucchiai d’olio extravergine. Fate rosolare il cipollotto per un minuto scarso, quindi aggiungete i piselli, il cocco, l’ananas a tocchetti ed il peperoncino fresco. Saltate il tutto a fuoco vivo per un paio di minuti mescolando spesso con un mestolo di legno, quindi versate il succo di limone a fatelo sfumare. A questo punto regolate di sale, aggiungete le spezie in polvere e mescolate bene.
Dovreste aver terminato tutto in tempo per la fine della cottura del riso, quindi adesso versate anche questo nel wok e saltate di nuovo a fuoco vivo per un altro minuto. Profumate con le foglie di timo-limone e servite.

E se siete curiosi e volete cercare le altre ricette con il riso presenti in questo blog, eccovi il link che le raccoglie tutte.
:D

About these ads

18 Responses to “Riso thai saltato con ananas e piselli”


  1. 18/05/2010 alle 10:10 am

    grazie per avermi ricordato il concorso, è un periodo così incredibile che non ho trovato manco il tempo per partecipare, quindi ben felice di votare il mio cheffotografo preferito ;-)

  2. 18/05/2010 alle 10:21 am

    già una finale l’hai guadagnata ce l’hai…guarda da me;)

  3. 18/05/2010 alle 10:26 am

    @Genny… M-I-T-I-C-A !!! Grazie!

    @Fiordisale… troppo buona ;)

  4. 18/05/2010 alle 12:30 pm

    Se ti dicessi che sto lessando del riso Gange? Ma da abbinare ad un curry di verdure al latte di cocco, per un pranzetto al volo.
    Se ti dicessi che domenica mi hanno regalato un ananas? Devo prendere nota di questa ricettina!

    In bocca al lupo per i concorsi!

  5. 18/05/2010 alle 12:54 pm

    Avevo visto il tuo risotto al caffé, mi ispirava davvero molto. L’ananas invece non saprei, non l’ho mai assaggiato….

  6. 6 Ely
    18/05/2010 alle 1:50 pm

    molto estivo e solare! con un mix di sapori nuovi per me! bravo come sempre!

  7. 18/05/2010 alle 7:59 pm

    Se c’è una cosa che mi fa impazzire è l’abbinamento riso-ananas… proverollo! ;)

  8. 8 m
    19/05/2010 alle 12:14 pm

    il cocco non mi piace tanto, invece di quello che cosa ci si potrebbe mettere?
    grazie,
    m :D

  9. 19/05/2010 alle 12:47 pm

    @m… anche nulla, non è un ingrediente così fondamentale. Era peggio se non ti piaceva l’ananas ;)

  10. 28/05/2010 alle 7:38 pm

    Ciao Fabien, sono nuovo nei commenti, ma è un pò che vengo a vedere le tue foto e ricette.Sappi che sei nella mia lista dei preferiti, trovo le tue foto molto belle.I giochi di luce sono fantastici. Se hai voglia, una volta vatti a vedere anche il mio foodblog fotografico e dimmi che ne pensi.Un saluto e complimenti per il tuo lavoro.

  11. 01/06/2010 alle 11:05 am

    @Simona… ciao e benvenuta :)
    Ti ringrazio moltissimo per i complimenti, anche se forse mi sopravvaluti un po’ perché i giochi di luce in realtà vengono semplicemente dal faretto della cucina (dopo cucinato, chiudo il coperchio e scatto lì sopra) e, alternativamente, dal lampadario oppure dalla finestra di fianco… insomma, niente di trascendentale. Oltretutto lavoro in una cucina sfigatissima degli Anni 50…
    Tanti si prendono un sacco di tempo per lo scatto, per sistemare delle luci tipo softbox o addirittura si creano ad hoc uno studio con annessa cucina… Fanno benissimo, ma personalmente cucino, scatto e mangio in pochissimi secondi perché per me ancora l’importanza maggiore la riveste il gusto e non ho nessuna intenzione di mangiarmi un piatto freddo solo perché devo tirar fuori la foto perfetta a tutti i costi. :D
    Invece faccio io i complimenti a te per l’attenzione sulla profondità di campo: tante foto che hai fatto mettono in risalto il soggetto in un modo che a me piace molto. Brava.

  12. 01/06/2010 alle 1:55 pm

    Grazie x i comlpimenti,anche qui è tutta una cosa pane e vino in realtà ,io cucino ,le foto le fa mio marito e poi si mangia…..è vero purtroppo le cose sono un pò freddine ogni tanto… ma x fortuna c’è sempre un o due bicchieri di vino a tenerci compagnia. Un saluto grande e buon lavoro.

  13. 03/07/2010 alle 2:58 pm

    ecccomi di nuovo.. non ho mai usato lo zenzero ed infatti per errore l’ho comperato fresco.. come posso riparare all’errore?
    grazie

  14. 04/07/2010 alle 11:28 pm

    @Cinzia… non mi sembra un grosso errore. Certo, lo zenzero fresco ha un sapore più accentuato quindi bisogna prima di tutto capire se ti piace. Nel caso puoi provare a usarlo grattugiato oppure anche tagliato a julienne molto fine… in ogni caso ne basta proprio poco poco…
    Se poi ti piace, allora puoi provare a fare anche la ricetta del cocomero con lo sciroppo allo zenzero, adattissima in questo periodo… la trovi con il box di ricerca in cima al blog sulla destra :)

  15. 15 cinzia
    11/07/2010 alle 9:55 pm

    fatto!!
    buonissimo, grazie ancora..

  16. 12/07/2010 alle 11:03 am

    bravissima, grazie a te :)

  17. 26/03/2012 alle 10:25 pm

    Qualche annetto di ritardo….ma è sempre valido….vero???
    Intendo apprezzare e replicare.
    Sono sulle tracce di un riso jasmine ananas e cocco da proporre domani al bistrot….malgrado anni passati in Thailandia volevo confrontarmi un po’ con chi cucina davvero e non copia solo ricette!!!
    Se non leggi…..poco male, il tempismo non è la mia virtù, ma mica si può avere tutto!!!!

    Mille saluti liguri..Fabi

  18. 27/03/2012 alle 12:56 am

    @Fabiana… ti leggo, ti leggo :)
    Il riso è molto buono e l’ho riprovato altre volte con successo ma forse un è po’ “inesperto”, nel senso che dopo essere venuto qui a Londra e aver provato più volte la cucina thai non saprei dirti se davvero rispecchia in pieno quella cultura… l’ispirazione c’è (l’abbinamento “salt, sweet and sour”), ma per proporlo al bistrot non saprei dirti… dipende un po’ anche dalla quanto è esigente la tua clientela.

    Ad ogni modo grazie mille per la fiducia e bacioni fiorentino-parigini-londinesi :D


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 162 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: