Posts Tagged ‘cocco

18
mag
10

Riso thai saltato con ananas e piselli

Riso saltato all'ananas

La ricetta di oggi l’avevo già pronta la settimana scorsa poi purtroppo fino ad oggi non sono riuscito a trovare due orette per sistemare la foto e scrivere il post (non si campa di solo blog, sigh)… Per fortuna molti di voi hanno approfittato dell’attesa per sperimentare con entusiasmo la sfoglia di ricotta dei post precedenti e quindi sono riuscito comunque a stare insieme a voi commentando qui, su Facebook e via email.
Inoltre, nel frattempo ho partecipato al concorso NeroNero di Lavazza per la realizzazione di una ricetta con il caffè nella speranza di poter essere selezionato per figurare nel libro di ricette il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza a Chefs Sans Frontières. Dei premi prestigiosi onestamente non mi importa molto (anche perché la macchina da caffè già ce l’ho), ma poter dare il mio contributo ad una simile iniziativa quello sì che mi farebbe piacere… Quindi se volete contribuire e votare il mio risotto al caffè (ricordate? L’avevo pubblicato qui), avete tempo fino al 30 giugno e potete anche rivotarmi ogni giorno! Grazie.

Continua a leggere ‘Riso thai saltato con ananas e piselli’

20
apr
10

Baigan Masala

Baigan Masala

Vi ricordate che qualche giorno fa vi ho detto che non avevo pubblicato una ricetta perché la foto era venuta orribile? Ecco, la ricetta è questa (e stavolta la foto mi piace).
Si tratta di un piatto che ordino molto spesso alla rosticceria indiana e che non si trova molto facilmente in rete (il curry di melanzane sì, ma è ben diverso). Oltretutto, le già poche ricette che ho trovato sono anche molto diverse tra loro per cui ho dovuto improvvisare. Sarebbe stato senz’altro più scenografico trovare le melanzane mignon, quelle più piccole di un pugno, e riempirle con l’impasto prima di cuocerle, ma anche con le melanzane tagliate a dadini il risultato ha superato abbondantemente le aspettative ed è pure migliore di quello della rosticceria (che già era ottimo).

Continua a leggere ‘Baigan Masala’

10
mar
10

Torta al cocco con cioccolato e menta

Prosegue il viaggio attraverso le erbe aromatiche di GliAromi e quest’oggi ci soffermiamo sulla menta… Ne ho ricevute di due tipi: la menta piperita e una curiosa menta bergamotto dalle foglie tendenti al rosso che abbiamo utilizzato con successo all’interno di tè e tisane (ma si può fare anche il latte al bergamotto con questo tipo di menta lasciando in infusione per qualche minuto nel latte caldo un cucchiaino di foglie secche e qualche foglia fresca: è ottimo per il mal di gola o semplicemente come rilassante).
Per il dolce di oggi, che ho spudoratamente copiato da Erbe in Cucina (ve l’avevo detto che Graziana è stata mia inconsapevole ispiratrice per queste ricette con le erbe), ho utilizzato menta piperita in abbondanza per dare una piacevolissima sensazione di freschezza ad una torta che, devo proprio dirvelo, mi è piaciuta tanto tanto tanto tanto…

Continua a leggere ‘Torta al cocco con cioccolato e menta’

15
lug
09

Coppette di cocco alle rose

Coppette di cocco alle rose

Quello di oggi è un dolcetto che ho provato per la prima volta più di 10 anni fa e che poi non ho più fatto. Eppure la preparazione è semplicissima ed il risultato è sorprendente per la freschezza che rimane sul palato (e quindi è una ricetta consigliatissima per l’estate, anche se stare un’ora davanti al latte in ebollizione non è proprio l’ideale).
Capita a volte, soprattutto quando si avviano i primi seri passi in cucina, di raccogliere ricette un po’ ovunque, segnandosi degli appunti, strappando le pagine che interessano da alcune riviste, stampando i contenuti delle pagine web… poi si mettono via tutte queste cose a memoria futura, ipotizzando che prima o poi potranno tornare utili mentre in realtà poco tempo dopo già state raccogliendo e testando altre ricette e di quelle passate ormai vi siete quasi scordati; e così via, in loop.
Un giorno, non si sa come (magari su suggerimento di un ingrediente appena acquistato), fa capolino nella vostra testolina il flebile ricordo di una ricetta che avevate provato tanto tempo fa e che poi si è persa chissà dove (se mentre la cercate trovate in casa una porticina nascosta che in teoria dovrebbe essere murata ma non lo è, non apritela o comunque non oltrepassatela; soprattutto se in casa avete un gatto nero e vi chiamate Coraline)… Per mia fortuna però sono riuscito a recuperarla, in un oscuro e polveroso cassetto della mia memoria, e quindi, ladies and gentlemen, ecco a voi la ricetta di oggi (in 4 coppette):

  • 1 litro di latte
  • 120gr di zucchero
  • 120gr di cocco grattugiato
  • essenza di rosa (niente panico: continuate a leggere)

Partiamo dall’essenza di rosa: si prepara la sera prima lasciando in ammollo 2 cucchiaini di petali di rosa (io ho sempre quelli di Terre Exotique) in 3 cucchiai d’acqua calda.
Il giorno dopo, mettete il latte in un pentolino antiaderente e lasciatelo bollire finché non si riduce della metà. Incorporate ora lo zucchero e il cocco e, mescolando continuamente, lasciate ancora cuocere (a fuoco medio-basso) finché gran parte del latte non è evaporata/assorbita ed il composto si è leggermente indurito (in pratica quando fate più fatica a girarlo con il mestolo di legno).
Aggiungete l’essenza di rosa e dividete il composto nelle coppette; lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi ancora almeno un’ora nel frigorifero.
Se la linea non è un problema e non temete la prova-costume, prendete 50gr di cioccolato fondente al 70% e scioglietelo a bagnomaria, quindi usatelo per ricoprire i dolcetti (50gr vanno bene se vi piace una calda e cremosa copertura golosa, ma se preferite un croccante velo di cioccolosa cialda da rompere con il cucchiaino allora usatene 35-40gr e rimettete in frigo 15 minuti).

Gnam.

12
mag
09

Muffin al cocco e pepe di Sichuan con sciroppo al lime

Muffin al cocco e pepe di Sichuan

Un anno fa, esattamente il 12 maggio 2008, un terremoto devastante ha spezzato oltre 70.000 vite nella provincia cinese del Sichuan. Oggi siamo ancora, purtroppo, a trattare da vicino il tema dei terremoti a causa di quanto è successo in Abruzzo poco più di un mese fa ed in qualche modo con questo post voglio lasciare anch’io un contributo che serva a futura memoria, seppure utilizzando un argomento decisamente più frivolo…
Il pepe di Sichuan prende appunto il nome dalla stessa provincia cinese di cui sopra ed anche se porta questo nome non si tratta di una bacca di pepe vera e propria ed infatti rispetto al vero pepe non si usa il seme interno della bacca ma solo il guscio che la contiene (in Giappone utilizzano anche le foglie della pianta -kinome-). Nella foto potete vedere come si presenta.
Proprio per il suo aroma di limone, si presta benissimo alla ricetta di oggi (riadattata da una ricetta tratta da “Sale e Pepe” di Jody Vassallo, Guido Tommasi Editore).

  • 125gr di burro a temperatura ambiente
  • 250gr di zucchero (per il muffin)
  • 250gr di zucchero (per lo sciroppo)
  • 4 uova
  • 180gr di cocco essiccato (in polvere)
  • 125gr di farina
  • 2 cucchiaini di pepe di Sichuan
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato
  • 2 lime

Sbattete il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto morbido, quindi incorporate la scorza di un lime ed il pepe. Aggiungete le uova, una alla volta, avendo cura di amalgamarle bene ad ogni aggiunta e successivamente unite il cocco e la farina. Mescolate il tutto e dividete il composto nella teglia da muffin. Infornate a 160°C per una buona mezz’ora.
A parte preparate lo sciroppo. Versate lo zucchero in 250ml di acqua fredda e aggiungete la scorza del lime rimasto ed il succo di entrambi. A fuoco dolce mescolate fino a far sciogliere lo zucchero quindi fate sobbollire per 5 minuti finché lo sciroppo non si ispessisce. Con lo sciroppo nappate i muffin appena sfornati e serviteli caldi.

Mi corre l’obbligo di aggiungere che questa ricetta fa parte di un menù completo (un percorso gastronomico avente come punto fermo proprio il pepe di Sichuan) che sto preparando da tempo immemore per Alessandro Frassica di ‘ino… ora che ho seriamente ripreso la mia attività di food-blogger prometto di completarlo al più presto.

21
feb
08

I biscotti della Martina

Pavesini al cocco

A quanto pare questo blog ha preso decisamente la via del dolce… Dalle torte ai pasticcini, sembra che ormai non faccia altro. D’altra parte devo sempre trovare il modo di mantenermi in linea (tonda) e queste ricettine fanno proprio al caso mio. E poi è tornato il freddo e, come accennavo nel post precedente, è sempre piacevole prendersi il tè delle cinque al calduccio del proprio salottino accompagnadolo con qualche dolcetto…
La ricetta di oggi prende il nome dalla ex vicina di casa della mia ragazza che ce l’ha proposta qualche anno fa e prevede l’uso di prodotti facilmente reperibili in qualsiasi supermercato… Faccio spesso il “sofisticato” in questo blog ma alla fine anch’io ho le mie debolezze e compro certi prodotti. È anche possibile che possa ricreare la ricetta con i prodotti slow-food, con quel certo biscotto o quella tal crema spalmabile di quella particolare provincia, ma non vorrei esagerare e quindi ben vengano anche proposte di questo tipo.
Gli ingredienti ve li indico in maniera generica, decidete voi quanto usare di ciascuno (soprattutto in base alla vostra gola, nel senso del peccato):

  • Pavesini
  • Nutella
  • cocco grattugiato
  • caffè ristretto

E ora vediamo come descrivere la preparazione in modo professionale…
Prendete due Pavesini e “incollateli” tra loro con una bella spalmatura di Nutella. Passate il biscotto farcito così ottenuto prima nel caffè e poi nel cocco grattugiato. Disponete via via i biscotti su un vassoio e lasciateli riposare (in frigo o anche no, come vi pare).
Basta poco, che ce vuo’? :)

09
nov
07

Patate stufate all’indiana

Patate stufate all’indiana

Ogni tanto ritorna su queste pagine qualche ricetta di ispirazione asiatica, di solito indiana. Stavolta però la ricetta l’ho presa da un libretto che non aveva nulla a che fare con la cucina etnica e che ho trovato a pochi euro su una bancarella alla Festa de L’Unità… “Oggi cucino io: vegetariano” della Mondadori.
Siccome in casa amiamo entrambi mangiare speziato è normale che poi questo si traduca anche in numerose ricette nel blog. Stavolta è toccato alle patate subire il trattamento “indianizzante” (o indianifico, indianevole, indianatico… come vi pare). E poi ho visto che anche a voi le patate piacciono molto (l’ho capito dal numero di persone che visitano ogni giorno la pagina delle patate Hasselback) spero di farvi cosa gradita anche con questa nuova ricetta…

  • 500gr di patate novelle
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 2 peperoncini secchi
  • 1 cipolla tagliata a fettine sottili
  • 2 cucchiai di ghee (il burro chiarificato alla base delle ricette indiane, se non l’avete usate il burro normale)
  • 2 cucchiaini di curry
  • 1 cucchiaino di semi di senape
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 15gr di farina di cocco
  • sale

Lavate le patate e tagliatele a pezzettoni. Tostate il cumino e i peperoncini in una padella, quindi unite la cipolla e mezzo cucchiaio di ghee e fate insaporire per un minuto scarso a fuoco vivace.
Trasferite il tutto in un mixer con 2 cucchiai scarsi di acqua e tritate fino ad ottenere una pasta. Fate fondere il ghee rimasto in una padella e tostate il curry con i semi di senape per pochi secondi prima di aggiungere la pasta di spezie, le patate, la curcuma, il cocco e altri 3 cucchiai di acqua.
Salate, coprite la padella e fate cuocere a fuoco basso per una quindicina di minuti o fino a quando le patate saranno tenere (se è il  caso riaggiungete un po’ d’acqua). Servite caldissimo.

11
mar
07

Brownies aromatizzati al cocco

Brownies

Stamattina mi sono svegliato presto nonostante mi si prospettasse una domenica tranquilla e potessi quindi dedicare più ore al sonno… mi succede sempre così: quando posso dormire non dormo, quando dovrei alzarmi presto faccio una gran fatica a scendere dal letto! Stamattina quindi era già dalle 7:00 che giravo per la casa cercando qualcosa da fare e mi sono messo a preparare una colazione un po’ più ricca del solito (non che sentissi i morsi della fame: la cena di ieri sera con Silvia, Filippo e Camilla a base di tigelle e verdure miste era stata parecchio sostanziosa). Del resto avevo ancora da sdebitarmi per lo splendido plum-cake di due settimane fa.
Un po’ perché non avevo a disposizione tanti ingredienti per altri dolci, un po’ perché la ricetta è facile e veloce, la scelta è caduta sui brownies, che tanto vanno di moda sui food-blog francesi in questo periodo (esiste addirittura una “catena dei brownies” in cui quotidianamente ognuno scrive la sua ricettina) e che un tempo andavo a comprare alla pasticceria americana di Firenze CarLie’s (che però non so se esiste ancora, di certo non è nella vecchia sede dietro via de’ Neri). I primi due li abbiamo mangiati caldi perché non riuscivamo ad aspettare di gustare una cosa che emanava un così buon profumo, gli altri sono a raffreddare e ci faremo le prossime merende e colazioni (se riusciamo a resistere alla tentazione di farli fuori tutti)…
La ricetta è quella di Trish Deseine (garanzia di qualità sopraffina) con qualche leggera modifica come ad esempio l’assenza di nocciole o noci che sembra non siano presenti nella tradizionale ricetta americana:

  • 200gr di zucchero
  • 120gr di cioccolato fondente (70-75% di cacao)
  • 90gr di burro
  • 2 uova sbattute
  • 90gr di farina
  • 3 cucchiai di cocco essiccato

Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato spezzettato e il burro quindi togliete dal fuoco, trasferite la crema in una ciotola e lasciate raffreddare un paio di minuti. Aggiungete, nell’ordine, le uova sbattute, lo zucchero e la farina avendo cura di amalgamare bene ogni ingrediente prima di passare a quello successivo. Da ultimo, incorporate il cocco.
Scaldate il forno a 180°C e imburrate una teglia di circa 20cm di lato (con “circa” intendo che con queste dosi è meglio se è un po’ di meno piuttosto che un po’ di più). Versate l’impasto nella teglia e lasciate cuocere una mezz’oretta fino a che otterrete un dolce in cui la parte superiore risulterà bella croccante e quella inferiore morbida.
Fate raffreddare un po’ i brownies prima di sformarli quindi serviteli da soli o con l’accompagnamento che ritenete opportuno (nella foto, scaglie di cioccolato bianco)… E dateci dentro!

27
feb
07

Un plum-cake esagerato!

Plum-Cake

Non mi sto riferendo solamente alle dimensioni (lo vedete anche da voi quanto sia gonfio ‘sto plum-cake… è quasi raddoppiato di volume nello stampo in silicone): mi riferisco anche e soprattutto agli ingredienti e alle calorie! Del resto dopo una settimana di lavoro è anche giusto che nel week-end mi faccia coccolare un po’ dalle sapienti manine della mia dolce (in tutti i sensi) metà… E infatti stavolta sono qui a scrivervi di una ricetta tutta sua, personalizzazione del ciambellone della nonna che ogni tanto mi ripropone con mio sommo gaudio!
La ricetta è tanto semplice quanto deliziosa e farà un figurone durante il vostro tè delle 5 oppure saprà darvi la giusta carica di cui avete bisogno a colazione. Uno spot in TV parla di “momento di puro godimento”: questo dolce ve ne regalerà ben più di uno!
E con questa sviolinata mi sono assicurato dolci per almeno altri 12 anni… hehehe…
E a ulteriore conferma del fatto che questa ricetta è stata tramandata dalla nonna, le dosi non sono in grammi ma in cucchiai…

  • 18 cucchiai di farina
  • 4-5 cucchiai di cocco grattugiato
  • 10 cucchiai di zucchero
  • 8 cucchiai di olio
  • 15 cucchiai di latte
  • 2 uova intere
  • 1/2 bustina di lievito
  • 2-3 cucchiai di cacao amaro in polvere
  • gocce di cioccolato in gran quantità

In una capiente ciotola mescolare con la frusta elettrica tutti gli ingredienti, escluse le gocce di cioccolato (aggiungendoli ad uno ad uno nell’ordine in cui sono stati citati e poi azionando la frusta). Dopo che si sarà formata una crema morbida e liscia aggiungete 2/3 delle gocce di cioccolato e mescolate piano con un mestolo di legno. Trasferite il composto in uno stampo da plum-cake (noi ce l’abbiamo in silicone, se ne avete uno in metallo anche antiaderente ungetelo bene) e versatevi sopra le restanti gocce di cioccolato…
Infornate a 150°C per 40 minuti dopodiché sarà pronto per essere affettato e mangiato, anche se vi consiglio di aspettare un po’ perché a me per esempio piace molto di più dopo che si è raffreddato…

Un dolce molto simile a questo, accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia, viene servito caldo alla Tour D’Argent, uno dei ristoranti più chic di Parigi e del mondo… se non è farsi coccolare questo…

29
ago
06

Pancake al cocco

Pancake al cocco

Andando in giro per le colline che sovrastano Firenze abbiamo visto che già si cominciano a trovare le prime more mature e sia io che la mia ragazza siamo golosissimi di more (soprattutto di quelle che raccogliamo da soli in giro, assai migliori di quelle insipide dei supermercati). Bisognava quindi trovare il modo di gustare questi frutti e gli altri frutti del bosco e la cosa più ovvia era preparare un dolcino. Siccome poi da qualche tempo avevo comprato del latte di cocco che ormai giaceva dimenticato nel frigo ho pensato che potevo tentare di coniugare le due cose in questa ricetta semplice e molto golosa…
Per 10 pancake:

  • 115gr di farina di riso (ma va bene anche quella normale, risulterà solo un po’ meno soffice)
  • 6dl di latte di cocco
  • 2 uova
  • 4 cucchiai di cocco essiccato
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • olio per friggere

Frullate (potete anche sbattere a mano ma volete davvero durare tutta ‘sta fatica?) insieme la farina, lo zucchero, il sale, le uovae il latte di cocco fino a formare un composto cremoso. Versateci poi il cocco essiccato e lasciate riposare per 30 minuti.
Scaldate in una padella del diametro di 18cm un pochino d’olio e aggiungete una mestolata di pastella in modo da coprire il fondo in modo uniforme. Fate cuocere fino a far dorare la parte inferiore, quindi girate e cuocete anche l’altro lato. Togliete dal fuoco e ripetete l’operazione per gli altri pancake.
Potreste già servirli così, caldi, senza ripieno… ma volete mettere l’esperienza goduriosa di un bel ripieno bello dolce? Potete quindi sbizzarrirvi come meglio credete: il ripieno della foto consiste in more fresche e un po’ di misto di frutti di bosco surgelati cotti appena un po’ in uno sciroppo di acqua e zucchero, il tutto ricoperto da cocco essiccato; ma potete benissimo trovare altre soluzioni come ad esempio fette di banana o di ananas, nutella, gelato… oppure fare una torta con strati di pancake… Insomma, io la ricetta ve l’ho data, adesso sta a voi! :)




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 158 follower