31
Lug
06

Cordon Bleu / Valdostana

Valdostana

Per la serie “i grandi fritti dell’estate”… Tanti fichi per dare un nome “commerciale” a un prodotto che poi è parte delle antiche tradizioni culinarie italiane. La costoletta alla Valdostana è un piatto semplice e veloce da preparare e particolarmente apprezzato anche dai bambini (almeno da quelli che crescono belli paffuti e golosi come me) e il suo sapore originale non è nemmeno lontanamente paragonabile a quel surrogato alimentare che risponde al nome di Cordon Bleu.
Per la ricetta tradizionale vi rimando a questo sito (che è ricco di spunti interessanti) e che suggerisce di servire la costoletta su un bel crostone di polenta abbrustolita in forno ma credo sia più adatto in inverno piuttosto che ora…
Nella mia versione ho semplicemente creato un fagottino con delle fettine per carpaccio, prosciutto cotto e fontina che poi ho ripiegato in modo che non fuoriuscisse il formaggio. Le ho passate, nell’ordine, in farina, uovo e pangrattato e le ho fritte 1-2 minuti per parte.
Semplice, veloce e buonissima!


4 Responses to “Cordon Bleu / Valdostana”


  1. 01/08/2006 alle 4:11 pm

    Eilà ex-Innerskino😛
    Non sapevo che tenessi un blog a tema “culinario” anche se, a ben pensarci, potevo ben immaginarlo.

    Complimenti per il blog, che sta già nel mio aggregatore, non ho ancora visto tutto ma il taglio mi piace molto e le ricette pure.

    Lo sapevi che “a questo sito” era mio o ci siamo incontrati per caso come navi nella notte?
    CMQ nei prossimi mesi rivoluzionerò tutto….

  2. 01/08/2006 alle 6:46 pm

    Ma io sapevo che la coStoletta era quella con l’osso e la cotoletta (senza “S”) era quella impanata. Per impanare io faccio panegrattato-uovo-pane, scuotendo bene dopo ogni passaggio nel pane per evitare che si sparga nell’olio di frittura carbonizzandosi e diventando amarognolo. Un’alternativa ancora più raffinata è usare una besciamella soda aromatizzata con un buon formaggio (parmigiano, per esempio) e noce moscata, al posto del formaggio semplice. Si chiama cotoletta alla bolognese. La carne è rigorosamente vitello. Qui in Germania il cordon bleu è esattamente quello che hai descritto tu (compresa la farina nell’impanatura).

  3. 01/08/2006 alle 10:31 pm

    La cotoletta è un’altra cosa, se poi vogliamo parlare di cotolette alla milanese, le originali sono fatte ad “orecchia d’elefante” e si fanno con la ciccia con l’osso! Spero che la differenza si noti dato che quella che noi chiamiamo cotoletta è una derivazione italianizzata della cosiddetta snitzel tedesca.

  4. 02/08/2006 alle 4:09 pm

    Anzi, della Wienerschnitzel austriaca (rigorosamente di vitello, senz’osso, una bontà).


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: