27
Ott
06

Biscotti di zucca con chantilly di gorgonzola

Biscotti di zucca

Ecco un esempio di ottimo risultato ottenuto per puro caso (al contrario di quanto è successo con il budino al lime)!
Avevo trovato una ricetta per dei bigné di zucca sull’ultimo numero di Cucina Italiana (lì erano di accompagnamento ad una crema di funghi) e avevo pensato di provare a farli tanto per provare qualcosa di nuovo con la zucca invece del solito risotto/tortello/ecc. È successo però che l’impasto invece di gonfiare in forno è rimasto piuttosto piatto (a posteriori mi viene da pensare che fosse troppo liquido anche se non pareva) e quindi alla fine mi sono ritrovato con tanti piccoli biscotti soffici soffici profumati e saporiti. E quindi, invece di riempire i bigné di formaggio, ho preparato la chantilly di gorgonzola seguendo un’altra ricetta (stavolta di una food-blogger quindi risultato garantito) da mangiare coi biscotti.
Rispetto alla ricetta che vi indico per i biscotti, è probabile che vi basti eliminare un uovo per avere un impasto più sodo che gonfi meglio in forno… vedete voi.

  • 200g di zucca gialla
  • 50g di burro
  • 80g di farina
  • 3 uova
  • grana, sale e pepe

per la chantilly vi rimando al blog da cui l’ho tratta, non mi permetterei mai di indicare qui una ricetta rubata ad altri…

In un pentolino fate fondere il burro in 50g di acqua e un po’ di sale. Appena l’acqua inizia a bollire e il burro sarà fuso unite tutta la farina in un colpo solo e mescolate vigorosamente fino a ottenere un impasto che si stacchi da solo dal pentolino. Toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare su un tagliere.
Dividete la zucca (sbucciata) in fettine da 3-4 cm di spessore, richiudetele in un cartoccio di alluminio e infornatele a 200°C per una ventina di minuti. Poi toglietele dal forno e passatele nel passaverdure o allo schiacciapatate a seconda della “granulosità” che volete dargli (ah sì: togliete anche l’alluminio!). Per i biscotti propenderei per un impasto più liscio, ma magari per i bigné può essere più gustoso avere i pezzettoni di zucca a giro per l’impasto…
In una ciotola mettete l’impasto tiepido e con un mestolo di legno amalgametelo velocemente con le uova, lavorandolo finché non tende a staccarsi dal mestolo. Aggiungete quindi la zucca, 2 cucchiai di grana, sale e pepe (e se vi va, pure un po’ di noce moscata non ci dovrebbe star male). Come detto, per i bigné è probabile che serva un uovo in meno e forse anche che l’impasto sia più freddo che tiepido… questo per averlo più compatto e meno liquido…
Mettete l’impasto in una tasca da pasticciere (si può realizzare anche artigianalmente con sacchetto, elastico e cartoncino… cercate pure su Google) e distribuitelo in piccole porzioni su una teglia foderata di carta da forno (tonde se volete i bigné, allungate per i biscotti); infornate a 160°C per una decina di minuti e godetevi il risultato.

Alla fine non è andata poi così male perché i biscotti erano davvero buoni. Mi sa proprio che li userò in un eventuale cena a buffet a casa mia insieme alle cialdine di parmigiano… Tra l’altro devo farmi perdonare il fatto di non poter andare domani a cena da amici quindi mi toccherà ripagarli con questi miei stuzzichini (e mi sa anche con qualche primo, secondo, dolce…)… vedremo.


10 Responses to “Biscotti di zucca con chantilly di gorgonzola”


  1. 27/10/2006 alle 1:36 pm

    Perch non ho la fotografia?
    Mi pieccerebbe tanto vederla…

  2. 27/10/2006 alle 1:46 pm

    curioso… io la vedo proprio bene… boh?!?!

  3. 27/10/2006 alle 2:42 pm

    ma che bello…i biscotti sono “du tonnerre”

  4. 27/10/2006 alle 5:28 pm

    Adesso, e qua la foto. Bello, ne voglio.

  5. 5 stefano
    30/10/2006 alle 10:48 am

    questa sembra davvero notevole..perchè non metti un baracchino fuori di casa? a 2€ a porzione faresti affari d’oro…

  6. 30/10/2006 alle 5:00 pm

    ma smiam…certo che la chantilly al gorgonzola vale veramente un posto nel girone dei golosi!

    >^^

  7. 31/10/2006 alle 9:51 am

    Fabiennnnnnnnnnnn????
    scusa ma ripondi alla mail pliiiiiiiizzzzzzz?????
    Devo sapere che fina hai fatto, puoi anche dirmi che non ci stai piu ma devo sapere oraaaaaaaaaaaaaa!!!!
    (scusa lo stress eh!)

  8. 8 Elma
    10/11/2006 alle 2:48 pm

    Bravo!!!!E’ un po’ che seguo il tuo blog con curiosità ma non avevo sperimentato nulla….mi sono voluta buttare solo quando ho visto questa ricetta!E’ buonissima!!!

  9. 12/11/2006 alle 10:14 am

    Caro Fabien, ho seguito la ricetta pari pari, provando a fare i bigne’. Ho usato un uovo e un tuorlo: sotto casa mia vendono solo uova grandISSIME che rischiano di sballare sempre le ricette… speriamo!
    Sì, perche’ ce li ho in forno in questo momento e mi sforzo di non sbirciarli…

  10. 13/11/2006 alle 4:47 am

    @pikolo… ma com’è andata con la ricetta?


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: