03
Nov
06

Cozze tandoori

Cozze tandoori

E oggi coniughiamo le cozze con l’India! L’India non è tradizionalmente un paese di grandi consumatori di pesce ma c’è una zona in particolare della nazione, il Bengala, in cui pesce e riso costituiscono la dieta principale (e non la carne di tigre come potreste pensare…). In particolare, i crostacei e molluschi fanno bella mostra di sé in piatti profumatissimi e coloratissimi. Purtroppo però non sono stato in grado di replicare esattamente la ricetta originale del tandoori poiché questa prende il suo nome dal forno cilindrico di argilla dove si cuociono queste pietanze (il Tandoor per l’appunto) e io in casa non ce l’avevo proprio… In sostituzione mi è corso in aiuto il buon vecchio grill del forno (a una cozza non è piaciuto e mi è esplosa dentro al forno con una bella fiammata!). E ora diamo il via alla preparazione…

  • 250g di cozze sgusciate
  • 100g di burro (è inutile che vi dica che sarebbe opportuno usare il ghee)
  • 1 cucchiaino di zenzero
  • 1 cucchiaino di peperoncino
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di coriandolo
  • 1 cucchiaino di cumino
  • poche gocce di colorante alimentare rosso

Sbollentate 5 minuti le cozze poi scolatele. Fate sciogliere il burro in un tegamino quindi aggiungete lo zenzero, il peperoncino, il cumino, il sale e il coriandolo; poi poche gocce di colorante rosso. Mescolate bene per amalgamare il tutto e togliete dal fuoco. Spennellate le cozze con il composto di burro e spezie e grigliate nel forno già caldo le cozze per 10-12 minuti (giratele una volta sola a metà cottura). Servite con lattuga oppure rucola, peperoncini verdi tritati finemente e spicchi di limone… oppure con un bel curry di patate…


5 Responses to “Cozze tandoori”


  1. 03/11/2006 alle 11:02 pm

    Superbe, je n’aurais jamais pensé à ça…

  2. 03/11/2006 alle 11:45 pm

    Quelle excellente idée que cette recette de moules !

  3. 06/11/2006 alle 5:28 pm

    ma come?! non hai in casa un Tandoor??? Roba da matti :))))

    stupidaggini a parte, questo piatto ha davvero un bell’aspetto, mi ispira l’abbinamento con la rucola, la lattuga sinceramente l’ho sempre trovata un pò “neutra”.

    smiam

    >^^

  4. 08/11/2006 alle 11:41 pm

    ciao fabien, grazie a te per avermi fatto fare questi biscotti. Ho messo un uovo in meno e sono stati in piedi. Li ho cotti come bignè, ma erano piuttosto densi e umidi, anche se ho usato una zucca asciutta. Ma erano ottimi, tanto che non sono arrivati all’ora di cena e domani li rifaccio per il my wise (sennò si offende)

    posso postare la ricetta con la foto citandone la tua paternità?
    Vedo che a parte la zucca preparazione e ingredienti sono identici alla classica ricetta degli choux (anche io ho sempre dei problemi con le uova degli choux, il mio ex capo Gigi mi dice sempre di usare uova a temperatura ambiente e che non siano di quelle extra large ma di dimensione normale)
    Abbinerò con una mousse di roquefort e noci che la mamma di Marco fa nelle grandi occasioni.

    Per ora grazie dell’ispirazione e complimenti per il blog e le bellissime fotografie che fai!

  5. 09/11/2006 alle 12:09 am

    @comida… grazie davvero, sono contentissimo che ti sia piaciuta la mia ricetta… :)))
    e grazie del consiglio sulle uova e dell’idea del roquefort…


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: