27
Nov
06

Tenerone peposo al Porto

Tenerone al Porto

Dai e dai ce l’ho fatta a pubblicare ‘sta ricetta! Erano un paio di settimane che ce l’avevo pronta, però poi il lavoro da consegnare, la casa da ristrutturare, il dentista da pagare, il pc da riparare, le serate a cui suonare, ecc. ecc. e siamo arrivati ad oggi. Da questa settimana le acque dovrebbero tornare a calmarsi (basta poco visto quello che ho passato) e quindi rieccomi a voi. Dispiace che questo periodo così incasinato sia arrivato ora che questo blog cominciava ad ingranare (considerando che quando l’ho aperto avevo 70-80 accessi al giorno, averne ora con uno zero in più mi sembra tantissimo) ma sono fiducioso che molti di voi hanno continuato a visitarmi aspettandosi la nuova ricettina. Grazie.
Con buona pace dei miei tanti amici vegetariani, è un periodo in cui non ho molto da mostrare loro (non sarà vegetariana nemmeno la prossima ricetta dato che oggi ho comprato un ottimo filetto di tonno…) mentre saranno felici gli altri di ritrovarsi un’altra ricetta a base di carne e alcool che tanto bene si intonano con il freddo che sta arrivando… E quindi:

  • 2 fette spesse di tenerone di vitello (ma perché lo mangiavo solo io… voi aumentate pure le dosi)
  • 1 rametto di timo
  • mezzo bicchiere di Porto
  • 2 cucchiai abbondanti di brodo
  • 2 cucchiai di pepe nero in grani (io ho usato quello lungo africano perché ne ho ancora un bel po’ in dispensa)
  • 40g di burro
  • sale.

Scaldare in un tegame il burro con il timo; quindi aggiungere la carne e rosolarla a fuoco vivace (un minuto/un minuto e mezzo) da un lato. Voltare le fette, lasciarle rosolare ancora, salare, unire il pepe in una volta sola e infine versare il Porto che lascerete evaporare. A questo punto versare il brodo e voltare nuovamente le fette.
Lasciate cuocere fintanto che il brodo non si sarà rappreso lasciandone quel tanto che basta per ottenere un buon fondo di cottura. Spegnete il fuoco e lasciate riposare alcuni istanti prima di servire aggiungendo un cucchiaio del fondo ad ogni piatto.
Se non avete il Porto in casa potete sempre sostituirlo con il Marsala; se non avete nemmeno il Marsala… andate al supermercato! A presto!


5 Responses to “Tenerone peposo al Porto”


  1. 27/11/2006 alle 11:05 pm

    Ta photo est à tomber, réellement sublime !

  2. 29/11/2006 alle 3:47 pm

    miam, che meraviglia, questa si che è una bella ricettina…me la scrivo subito, e noto anche il tuo blog, super!!!

  3. 3 serena
    09/03/2010 alle 5:27 pm

    Sapresti dirmi più o meno il tempo di cottura? grazie!

  4. 09/03/2010 alle 5:32 pm

    @Serena… la cottura non è particolarmente lunga in questo caso. Tenendo il fuoco basso per lasciare che i liquidi evaporino dolcemente, dovresti comunque cavartela in una ventina di minuti o poco più.

  5. 5 serena
    09/03/2010 alle 6:15 pm

    Grazie. Proverò questa ricetta sicuramente!


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: