10
Gen
07

Risotto ai porri con gorgonzola e zafferano

Risotto ai porri con gorgonzola

Tra i buoni propositi per il nuovo anno c’è sicuramente quello di assaggiare nuove prelibatezze e riscoprire ingredienti poco usati. Il porro fa parte di questo insieme, tanto che la mia ragazza pare che non l’avesse nemmeno mai assaggiato in vita sua… Quale modo migliore, se non in uno dei miei tanto amati risottini? Certo, magari questa ricetta potevo pure averla fatta un paio di settimane fa, così partecipavo anche con questa al concorso di Cavoletto… ma ormai è andata così, pensiamo al presente…
Per il riso, regolatevi come di consueto (due pugni di riso abbondanti a persona), per gli ingredienti leggete qui di seguito (tenendo presente che sono per due persone):

  • 180-200 gr di cuori di porro
  • 40gr di gorgonzola dolce
  • 1 bustina di zafferano
  • 2 noci di burro
  • 1/2 litro di brodo vegetale
  • sale

Tagliate a rondelle fini i porri e fateli stufare in un tegame con due mestoli d’acqua, una noce di burro e un pizzico di sale. Fate cuocere finché il liquido sarà assorbito e aggiungete un altro mestolo d’acqua calda se vi sembra che i porri non siano sufficientemente appassiti. Aggiungete un cucchiaio d’olio extravergine e fate brillare il riso per due minuti scarsi. Quindi versate lo zafferano, sciolto in un dito di brodo, e lo stesso brodo (una mestolata per volta avendo cura di mantenere il riso sempre coperto). A cottura ultimata (dai 12 ai 18 minuti a seconda del tipo di riso che avete usato) regolate di sale se ve ne fosse bisogno e fate mantecare il riso con una piccola noce di burro e il gorgonzola.
E servitelo subito che questo piatto è buono caldo!

E con somma soddisfazione abbiamo scoperto che alla mia ragazza piacciono pure i porri!
😀


13 Responses to “Risotto ai porri con gorgonzola e zafferano”


  1. 10/01/2007 alle 3:44 pm

    Il risotto non l’ho ancora mai fatto con i porri ma adesso vado a farlo. E sicuro che mi piacerà.

  2. 10/01/2007 alle 7:24 pm

    Carissimo, che buono! Ma con i cuori di porri intendi la parte bianca o cosa? La tua s’adda provare; se a te e alla tua ragazza vi va un’altra ricetta con i porri, prova questa http://www.thechefisonthetable.com/dblog/articolo.asp?articolo=22 ; noi l’abbiamo provata così come l’abbiamo descritta nella ricetta, ma secondo me si può farne una versione alternativa con una passatina in forno sotto il grill per qualche minuto con un pò di pangrattato…vedi tu e facci sapere! Maricler

  3. 10/01/2007 alle 7:27 pm

    Noooo…mea culpa, scusami! La ricetta che ti ho dato prevede l’uso del cipollotto, non del porro! Davvero, oggi non ce la faccio (ti dico solo che avevo comprato una cosa in negozio e stavo uscendo senza prenderla…): provala comunque, magari usa il porro e non il cipollotto…:-)

  4. 10/01/2007 alle 9:03 pm

    @maricler… la parte bianca (ho indicato i cuori proprio per questo). Poi con la parte verde puoi sempre fare le decorazioni…🙂

  5. 5 ape
    10/01/2007 alle 11:26 pm

    trovato..ora ti linko…ZZZZZ

  6. 11/01/2007 alle 11:23 am

    Che belle le tue foto… la ricetta del risotto con i porri e lo zafferano però l’ho postata prima io!!!🙂

  7. 11/01/2007 alle 12:07 pm

    @Vale… grazie per il complimento.
    Ma la tua ricetta è diversaaaaaaa… cmq per chi la vuole andare a vedere ti linko: http://blog.libero.it/Raidne/1703763.html

  8. 11/01/2007 alle 10:07 pm

    Mi piace molto il risotto con lo zafferano! bella ricetta! ciao

  9. 12/01/2007 alle 11:25 am

    Grazie!!! Si ho visto che è diversa era solo per continuare il mio ruolo di rompibolle😉

  10. 22/01/2009 alle 5:37 pm

    ciao! posso riportare anche questa?
    rossozafferano.blogspot.com
    grazie

  11. 11 Stefano
    13/05/2010 alle 2:00 pm

    Sto provando la ricetta solo ora (ahimé, non seguivo ancora il blog nel 2007…)
    Ho una piccola curiositá: come mai il cucchiaio d’olio al momento di buttare il riso?🙂

  12. 13/05/2010 alle 6:21 pm

    cio Stefano, benvenuto.
    l’olio prima del riso è solo per una questione pratica perché il burro che viene messo all’inizio è sufficiente per rosolare il porro ma non ce n’è (per una scelta calorica) abbastanza per fare anche brillare il riso. Tanto più se per caso dovessi aggiungere anche l’acqua (o anche del vino bianco) per farli ammorbidire ulteriormente perché evaporerebbe con il liquido… va quindi aggiunto questo poco olio per dare una base in cui tostare il riso prima di aggiungere il brodo.

  13. 13 Stefano
    14/05/2010 alle 12:39 pm

    Ok, grazie🙂
    Trovo che sia molto interessante conoscere questi “trucchi” che sono semplici ma che aiutano molto😉


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: