12
Feb
07

Petti di pollo ripieni al miele e aceto balsamico

Petti di pollo al miele

Ve l’avevo scritto poche ore fa che mi sarei dedicato al pollo ripieno. Magari qualcuno di voi si sarà aspettato di vedere qui un bel pollo ruspante con tanto di alette e zampette ma se devo essere sincero mi fa un po’ senso l’animale intero… sarà perché 12 anni in compagnia di un’animalista vegetariana qualcosa ti lasciano dentro, ma a parte qualche raro caso ho difficoltà a pensare di cucinare qualcosa che non sia stato privato della sua forma originaria (e infatti non riesco a mangiare il coniglio perché ogni volta che vado dal macellaio me lo vedo lì rannicchiato in un angolo in posizione fetale, non ce la faccio proprio… eppure mi piace anche molto…).
Insomma si tratta quindi di un semplice petto di pollo e non di un pollo intero. Riempito con l’ottimo speck affumicato stagionato sei mesi (della Macelleria Metzgerei Pichler di Muhlbach) che ho comprato da ‘ino qualche giorno fa, funghi e insalata Tatsoi (giusto per mantenere anche all’interno quel gusto orientaleggiante della laccatura esterna). Anche la scelta di cucinare un piatto con l’aceto balsamico è nato grazie a ‘ino: proprio l’ultima volta mi ha presentato una serie di prodotti de Il Borgo del Balsamico da utilizzare in gocce all’interno di ricette raffinate; poi non li ho comprati ma intanto ho trovato la giusta ispirazione per arrivare a quanto vi presento oggi…

  • 3 petti di pollo a fette
  • 60gr di speck affumicato
  • 4-5 funghi champignon
  • insalata Tatsoi q.b.
  • 2 cucchiai di miele (meglio se d’Acacia)
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cipollotto
  • 2 peperoncini secchi
  • olio, sale, pepe nero

Battete leggermente i petti di pollo. Adagiatevi sopra, nell’ordine, lo speck affettato finemente, i funghi champignon a lamelle e l’insalata (strappata con le mani se vi pare troppo grossa, non usate il coltello d’acciaio perché ossida la parte dell’insalata su cui si è passata la lama). Arrotolate bene i petti di pollo su se stessi e chiudete con dello spago da cucina in modo da avere un involtino ben stretto che non perda il proprio ripieno durante la cottura.
Preparate quindi la marinatura mescolando in una terrina il miele, l’aceto balsamico, la salsa di soia, il cipollotto sbucciato e tritato fine, 2 cucchiai di olio, sale, pepe e i peperoncini sminuzzati con le dita. Mettete a marinare il pollo per una buona mezz’ora.
Trascorso il tempo necessario ad insaporire e colorare la carne, scaldate 3 cucchiai di olio in un tegame e rosolatevi il pollo (3-4 minuti per lato, a fuoco medio). Spegnete il fuoco, asportate delicatamente lo spago da cucina (ma anche no, basta che avvertiate i vostri commensali) e servite tagliato a metà e condito con olio e pinoli.

P.S. Appena visibile sullo sfondo, la confezione di zucca sott’olio (con cannella, zucchero di canna ed erbette) prodotto da Ursini. Indovinate dove l’ho comprata…


16 Responses to “Petti di pollo ripieni al miele e aceto balsamico”


  1. 13/02/2007 alle 12:18 pm

    questo ‘ino non vende cibo ma gioielli!😉
    slurposissimi questi petti di pollo e quel barattolo di zucca è troppo sullo sfondo… che curiosità mi hai messo.

  2. 13/02/2007 alle 1:37 pm

    superbe creation bravo…mille saveurs pour un enchantement des papilles

  3. 13/02/2007 alle 2:37 pm

    C’est sublime, sublime…

  4. 13/02/2007 alle 4:56 pm

    bravissimo fabien…tu cucini davvero benissimo!

  5. 13/02/2007 alle 5:20 pm

    Al solito, grazie a tutti per i commenti positivi.

    @Francesca, il barattolo sullo sfondo non è un’esclusiva di ‘ino: la ditta che produce questi vasetti si chiama Ursini e probabilmente distribuisce in molte grandi città… prova a chiedergli una lista dei distributori…

    Ora bisognerà che la smetta con tutta questa pubblicità a ‘ino, oppure devo cominciare a farmi pagare… È che mi piace così tanto tutto quello che vende…

  6. 6 ino
    13/02/2007 alle 8:18 pm

    … bè che dire, sono veramente lusingato dalle cose che scrivi, in effetti qualcuno potrebbe veramente pensare che ti pago… a proposito quando passi a riscuotere?!? A parte gli scherzi veramente complimenti per le tue ricette!

  7. 14/02/2007 alle 9:58 pm

    fabien, come al solito sono invitantissimi…Una domandina però, i funghi li metti crudi nel ripieno?
    un salutone

  8. 15/02/2007 alle 4:43 am

    @Violacea, sì sì i funghi sono crudi, tagliati a lamelle sottili… in pratica componi un carpaccino sopra alle fette di pollo…

    @ino… vedrai che passo presto. Purtroppo il lavoro mi ha tenuto lontano dalla degustazione di quella meravigliosa robiola avvolta nella verza ma ci rifaremo…

  9. 16/02/2007 alle 10:37 am

    nooo anche a me fa schifo il coniglio tutto nudo sul banco del macellaio. e in genere non amo mangiare le bestie che si possono vedere intere. uno schifo massimo lo raggiungo per faraona e quaglie. invece il pesce anche da morto non mi impressiona….bellino codesto blog, e anche la ricettina mi garba molto.
    ciao!

  10. 10 aurora
    16/02/2007 alle 8:00 pm

    Ciao Fabien!
    Sono un’affezionata lettrice di Sigrid, e oggi ho scoperto il tuo blog…
    E’ meraviglioso!
    Complimenti!
    Le foto sono bellissime, le ricette mi piacciono tantissimo!
    BRAVO!
    Ti sei proprio meritato il posto d’onore accanto al Cavoletto nei miei “preferiti”🙂
    Alla prossima!
    CiaoOoO!

    Teapottina

  11. 18/02/2007 alle 1:39 pm

    Un sentito grazie anche alle due nuove lettrici!🙂
    Addirittura il posto d’onore accanto alla grandissima Sigrid, che gioia!

  12. 12 Anna
    20/02/2007 alle 3:32 pm

    Oddio noooooooooo!!! Io sono di Fossacesia. Oltre che a fare delle cose buone, il signor Ursini è anche un bel cocco!

  13. 13 barbara
    28/02/2007 alle 11:28 am

    buonissimi, complimenti. Li ho preparati ieri sera dopo essere capitata per caso sul tuo blog. Tornerò…

  14. 28/02/2007 alle 11:36 am

    @Barbara… benissimo, mi fa davvero tanto piacere quando qualcuno testa con successo le mie ricette…

  15. 15 fion_da
    18/11/2008 alle 9:46 pm

    ciao
    chebelloblogghe!
    i miei petti di pollo stanno marinando di là….ma…il fantastico sughetto della marinatura come lo si può riutilizzare? stavo pensando di togliere le cipolle (per domani.. mica che non mi piacciono crude…) e condirci l’insalata, sennò che dite, sugli spinacini lessi? oppure…??
    ciaoo

    fion_da

  16. 16 nonnapaperina
    20/11/2008 alle 4:30 pm

    complimenti per la favolosa ricetta ….


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: