05
Mar
07

Lasagne con robiola (incavolata) e funghi

Lasagne con robiola e funghi

Non ci riesco: ormai ho sviluppato una totale dipendenza dai prodotti di ‘ino… siamo arrivati al punto che sabato scorso, quando siamo andati a fare la spesa al supermercato, abbiamo del tutto evitato la zona formaggi perché ora che abbiamo provato la bontà di quelli che troviamo da Alessandro non riusciamo più a tornare indietro… Un po’ come è successo a Cavoletto con il cous-cous: ora che ha provato la gioia di sgranarlo a mano da sola non riesce più a comprarlo precotto…
Sono quindi di nuovo a presentarvi una ricetta realizzata grazie ad uno dei prodotti che ho acquistato in questo meraviglioso negozio. Per fortuna stavolta potete sostituirlo senza alcun problema di reperibilità perché si tratta “semplicemente” di robiola. Certo, la robiola “incavolata” de La Casera di Eros Buratti di Verbania è una cosa del tutto particolare che ha un sapore indimenticabile (e infatti mi sa proprio che me la procurerò di nuovo quanto prima, insieme al Caprino di San Gimignano) ma se proprio non sapete dove trovarla potete comunque usare la robiola che più vi aggrada. Il nome di questo formaggio non è casuale: viene infatti affinato avvolto in foglie di verza che lo mantengono particolarmente cremoso. Slurp!
Avrei dovuto preparare questo piatto per una cenetta con amici che poi purtroppo è saltata… alla fine è andata meglio così perché ci è toccata una porzione in più a testa, hehe. Sì ma la riproporrò di sicuro, se no se vengono a leggere questo blog e poi ci rimangono male…
Ma andiamo alla ricetta…
per la pasta fresca senza uova:

  • 100gr di semola
  • 20gr di farina 00
  • 1 cucchiaio di olio
  • acqua e sale

per la besciamella alla robiola:

  • 300ml di latte
  • 30gr di burro
  • 30gr di farina
  • sale
  • 300gr di robiola

per il sugo di funghi:

  • 500gr di funghi champignon
  • sale, pepe e timo

Intanto preparate la pasta fresca: disponete la farina a fontana e aggiungetevi olio e sale. Poi impastate energicamente unendo un po’ di acqua tiepida se l’impasto dovesse risultare troppo duro (poco per volta, io di solito mi bagno semplicemente le mani e impasto con le mani bagnate… ho sempre paura di mettere troppa acqua). Quando l’impasto sarà ben liscio, formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare per una mezz’ora. Quindi, usando l’apposito attrezzo, tiratelo in sfoglia e dividetelo in rettangoli adatti alla teglia che intendete usare (se il vostro attrezzo ha una scala graduata da 1 a 9 per lo spessore, arrivate fino a 6). Appena prima di andare a preparare il piatto da mettere in forno, scottatela 2-3 minuti in acqua bollente salata… una sfoglia per volta se no vi si attacca tutto quanto…
[pubblicità]Se poi vi fa fatica o avete poco tempo, la Sfogliavelo di Giovanni Rana andrà benissimo…[/pubblicità]
Lavate per bene gli champignon e tagliatelli a lamelle sottili quindi fateli rosolare bene in un tegame con olio d’oliva. Quando avranno rilasciato la loro acqua aggiungete sale, pepe e un rametto di timo e cuoceteli per 20-25 minuti fino a che l’acqua non si sarà ritirata e i funghi risulteranno morbidi.
Per la besciamella invece fate sciogliere il burro in un padellino antiaderente (piuttosto capiente perché alla fine andrete ad aggiungerci la robiola). Appena sciolto, unite la farina e mescolate rapidamente in modo da ottenere una crema liscia color nocciola. Aggiungete il latte, prima solo un po’ tanto per amalgamarlo perfettamente con burro e farina ed evitare i grumi poi tutto il resto. Fate cuocere per una decina di minuti mescolando continuamente con un mestolo di legno finché non comincerà ad addensarsi e gonfiare. Spegnete il fuoco (la besciamella dovrà comunque rimanere appena un po’ liquida), aggiungete la robiola a tocchetti e mescolate fino a farla sciogliere… sentite che profumino che sprigiona?
Ora si tratta di mettere tutto insieme nella teglia… Imburratela bene e disponete sul fondo un cucchiaio di besciamella, quindi fate gli strati alternando lasagna, funghi e besciamella (io sono riuscito a fare 6 strati in una teglia 15x21cm) e terminando con una bella spolverata di grana grattugiato. Infornate a 180° per 25 minuti e servite ben caldo…

Non so se esiste un equivalente culinario del pollice verde; dai risultati che ottengo con la besciamella mi sa che si potrebbe coniare il termine “mestolo bianco” perché incredibilmente non ne ho mai sbagliata una indipendentemente dalle dosi… chiamatela fortuna, datemi dello spocchioso, ma ‘sta cosa mi da una gran soddisfazione…


15 Responses to “Lasagne con robiola (incavolata) e funghi”


  1. 05/03/2007 alle 12:41 pm

    ehilà che lasagne! ti stai proprio scatenando eh? Continua così😉 E questa robiola incavolata mi sta proprio simpatica. Venrdì alla scuola di cucina di Altopalato è stata una giornata meravilgiosa, veramente, a presto il mio resoconto. Mi raccomando non mancare al prossimo evento. Ciao!

  2. 05/03/2007 alle 5:09 pm

    sembrano buonissime, le proverò. Una cosa però…in 25 minuti i funghi non si disfano troppo? io non vado mai oltre i dieci, in padella.
    saluti

  3. 05/03/2007 alle 8:04 pm

    @henrietta… non sono mai sceso sotto i 15 minuti… in ogni caso molto dipende da quanto alto tieni il fuoco e da quanto sono freschi i funghi che utilizzi (gli champignon appena un po’ più vecchiotti tendono a rilasciare mooooooolta acqua e ci vuole un po’ per farla andare via). Comunque non si sono disfatti affatto però mi sembra giusto a questo punto dire che è bene assaggiarli e verificare la cottura… magari a qualcuno torna meglio ciò che ho scritto e a qualcun altro ciò che hai indicato tu… Grazie.

    @Francesca… aspetto il resoconto… e se per caso passi da Firenze dal 17 al 19 c’è il Taste (http://www.tastefirenze.it), magari ci si vede lì…

  4. 06/03/2007 alle 11:45 am

    dài, stasera provo e vedrò.
    un caro saluto

  5. 06/03/2007 alle 12:12 pm

    Queste lasagne devono essere una gran bontà!!ne mangerei un po….

  6. 07/03/2007 alle 7:15 pm

    Ti scopiazzo per l’ennesima volta…mi obblighi a fare di nuovo il pasticcio/lasagna al forno domenica prossima…MALEDETTO!!!!!

    Baciotti

  7. 7 patrizia
    01/10/2007 alle 10:54 am

    ciao, complimenti pe ril meraviglioso blog e per il premio stra-meritato per le foto.
    Mi aiuti per questa lasagna ai funghi, la vorrei fare per una cena fra amici da preparare una settimana in anticipo 8impegni di lavoro mi constringono a questo…): secondo te le congelo da cotte o da crude?

  8. 01/10/2007 alle 11:41 am

    @Patrizia… grazie mille per i complimenti!🙂
    Comunque sono poco indicato per questo tipo di informazioni perché tendo a non surgelare mai nulla… Dovessi farlo, probabilmente le cuocerei quasi completamente (tipo 5 minuti in meno del tempo necessario) in modo che rimettedole in forno per scongelarle non venisse fuori un pasticcio stracotto. Magari sbaglio ma credo che farei così…

  9. 9 Alice
    18/01/2008 alle 11:25 am

    ciao fabien, arrivo in ritardo…ti seguo da un po ma non avevo ancora provato nessuna delle tue ricette, ieri ho cominciato con questa e sono rimasti tutti contentissimi io compresa!!! ti faccio i miei complimenti.
    Aly

  10. 10 Antonella
    29/01/2008 alle 7:02 pm

    Ciao Fabien sono rimasta MOLTOOOOO colpita dal tuo Blog è veramente invitante!!! Proverò domenica qualche tua ricetta!!!!! Complimenti!!!!
    Lella!!!

  11. 11 slurpfood
    08/02/2008 alle 3:21 pm

    uhmmmm….questa ricetta fa venire davvero l’acquolina in bocca!!

    ieri sera ho preparato e mangiato di gran gusto le lasagne prosciutto e funghi….squisite🙂

    escludendo la parte relativa all’impasto🙂 ho seguito questa ricetta –>> http://www.parmacotto.com/ricette.html

    davvero buone e semplici da preparare!!!!

    ciaociao

  12. 12 Ro78
    20/02/2008 alle 12:33 pm

    Ciao! Io sono Ro’, un’insicura cronica che adora cucinare, leggere riviste di cucina ed il tuo blog!Complimenti!! Proprio ieri ho comprato la sfoglia velo di G. Rana, quella “grezza”… adesso però ho un dubbio amletico… come mi regolo con le dosi?? Tipo… per realizzare questa stupefacente lasagna… quante sfoglie devo usare se siamo 6? e se volessi fare dei cannelloni per lo stesso numero di persone con la stessa sfoglia???
    Spero tanto in una risposta… Comunque grazie e ancora stracomplimenti!

  13. 20/02/2008 alle 2:46 pm

    #Ro78… Le dosi indicate qui vanno benissimo anche per 6, specie se la lasagna fa parte di un pasto che comprende altre portate… Sul numero di sfoglie da utilizzare dipende un po’ anche da come ti piacciono le lasagne: c’è chi preferisce meno strati, ma più ricchi, e chi invece ama molti strati. In ogni caso mi sa che 2-3 rispetto alla confezione ti dovrebbero avanzare, però come ti ho detto dipende anche dal tuo gusto.
    Per i cannelloni invece il discorso è un po’ diverso. Siccome in teoria dovresti poter fare 2 cannelloni con 1 sfoglia e che ad ogni commensale 3-4 glieli vorrai pure dare…🙂

    e grazie per i complimenti!

  14. 14 manola
    21/12/2008 alle 8:41 pm

    ciaooo io l ho fatta ma ho un po stravolto la cosa , ho usato a posto delle lasagne la pasta riccia poi ho messo dei tocchetti di mozzarella parmiggiano ho mischiato tutto ed infornato…
    cmq buonissimooo..ora voglio usare i porcini..e vedremo che succedeee..lo faro per il cenone di natlae grazie…ciaooo

  15. 15 daniela
    23/12/2009 alle 6:55 pm

    …… ma che piacevole scoperta il tuo blog,le foto invitanti come le tue ricette che conosco e ho sperimentato sempre con successo! Cucinare con i tuoi commenti diventa divertente e ancora più stimolante. Bravo, attendo con ansia nuovi e strabilianti effetti speciali culinari!


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: