29
Ott
09

Gnocchetti di zucca

Gnocchetti di zucca

Dopo il grosso exploit degli gnudi avevo voglia di cimentarmi di nuovo negli gnocchi… E quale migliore occasione di Halloween (ho cambiato pure la testata del blog per l’occasione) per provare quelli con la zucca?
Non è la prima volta che mi cimento con gli gnocchi di zucca ma ero sempre stato insoddisfatto di qualcosa nelle preparazioni precedenti. Poi mi sono imbattuto nel post sul blog di Cuochetta, tutta contenta per aver trovato le dosi giuste per ottenere un buon risultato: ho provato anch’io con le stesse dosi (e qualche accorgimento) e devo dire che stavolta sono decisamente più soddisfatto.
Il trucco fondamentale, come sempre in questo tipo di preparazione. è riuscire a togliere quanta più umidità possibile dalla verdura cotta (qui è la zucca ma vale lo stesso discorso per gli spinaci negli gnudi, per le patate nelle crocchette, ecc.)… questo vi permetterà di ottenere gnocchetti compatti pur con un minore impiego di farina (che se è troppo presente nell’impasto poi ne risente pure il sapore).
Andiamo quindi a vedere come prepararli… per un paio di porzioni:

  • 600gr di zucca gialla
  • 100gr di farina 00
  • semola di grano duro q.b.
  • un pizzico di sale

Pulite la zucca e tagliatela in pezzetti abbastanza piccoli e uniformi che poi disporrete su una teglia rivestita con carta da forno. Infornate a 180°C per una ventina minuti (ma i tempi possono variare a seconda del forno) fino a che si saranno ammorbiditi. Levate la teglia dal forno e lasciate raffreddare la zucca a temperatura ambiente.
Trasferitela in una ciotola e schiacciatela bene con l’aiuto di una forchetta, quindi unite la farina ed un pizzico di sale amalgamando bene il tutto. A questo punto, come fa notare anche Cuochetta, l’impasto vi sembrerà probabilmente ancora un po’ appiccicoso… non fatevi prendere dal panico e non aggiungete altra farina! Spargete un po’ di semola sul piano di lavoro, prendete un pezzo di impasto e lavoratelo con le mani per renderlo simile ad un salsicciotto, appoggiatelo sulla semola e fatelo rotolare delicatamente avanti e indietro per farlo diventare un serpentello. Decidete voi lo spessore che preferite e quando avete finito tagliate dei piccoli tocchetti e metteteli da parte. Proseguite nello stesso modo con il resto dell’impasto, un pezzo alla volta.
Portate a bollore una pentola d’acqua salata e gettate gli gnocchi. Non appena i primi iniziano a tornare a galla scolateli subito e serviteli con il condimento che preferite… nel mio caso una salsa al gorgonzola, ma per un vegano può andare benissimo anche un pesto di rucola e noci…


24 Responses to “Gnocchetti di zucca”


  1. 29/10/2009 alle 9:50 am

    Che emosssione!!! Sono contenta che t sia trovato bene con le mie dosi…( ps : anche se nn commento quasi mai i tuoi post, leggo sempre!! )

  2. 29/10/2009 alle 9:52 am

    sì sì benissimo😉
    grazie

  3. 29/10/2009 alle 9:02 am

    Molto invitante,sebbene la zucca non sia tra le mie “verdure” preferite..sabato mi ci cimento e ti farò sapere i risultati!!Proverò a cuocerla nel microonde invece che forno,le melenzane mi hanno dato ottimi risultati e gran risparmio di tempo.
    Buona giornata!
    veronica

  4. 29/10/2009 alle 9:29 am

    @Veronica… in base a quanto ha scritto Cuochetta sul suo blog, nel microonde dovrebbero cuocere in 12 minuti. L’importante è che prima di impastare il tutto la zucca sia bene asciutta.

  5. 29/10/2009 alle 10:55 am

    Io vado letteralmente pazza per la zucca in qualsiasi sua espressione!
    Di solito io metto solo farina 00 q.b. per avere la consistenza che più piace….
    Non ho mai provato con quella di grano duro! dovrò ricredermi???

    nel frattempo per il nostro blog-compleanno io a Albicocca abbbiamo lanciato una raccolta:
    http://nocimoscate.blogspot.com/2009/10/la-nascita-del-bloge-la-nuova-raccolta.html
    Ti va di partecipare?
    Ciao,
    Castagna

  6. 29/10/2009 alle 11:50 am

    Gia’ li immagino com burro e salvia, e qualche fiocchetto di sale … li faccio questo fine settimna, grazie !

  7. 29/10/2009 alle 1:22 pm

    Ciao Fabien, i 600g di zucca si intendono al netto degli scarti, no?

  8. 29/10/2009 alle 1:37 pm

    @Yari… beh sì, al netto.😉

  9. 29/10/2009 alle 8:59 pm

    Gnam.. lo so è un commento un po’ scemo, ma la prima cosa che mi è venuta in mente vedendo la foto!

  10. 10 magda
    30/10/2009 alle 10:47 am

    Semola di grano dura e niente uova? mmm, devo assolutamente provare. L’abbinamento zucca gorgonzola mi piace molto.

  11. 30/10/2009 alle 1:46 pm

    @Magda… se ti piace l’abbinamento devi assolutamente provare anche il mio risotto: http://ow.ly/xBZz

  12. 30/10/2009 alle 4:19 pm

    Forse ti dovrei raccontare di quella volta che cucinando gli gnocchi alla zucca venne fuori un mezzo disastro!! dopo averli buttati in acqua diventarono uno gnocco solo..gigante…roba da non riprendersi più per settimane!!
    questi mi sembrano perfetti!..e poi buono il gorgonzola come abbinamento!!Sara

  13. 13 piffy
    30/10/2009 alle 4:48 pm

    Beh, guarda caso ho giusto una zucca preparata…. Stasera compro la semola e domani provo.

  14. 14 alicia
    31/10/2009 alle 5:44 pm

    hanno finito la zucca incredibile

  15. 02/11/2009 alle 3:55 pm

    J’adore ton site autant les recettes que les photos et le graphisme. Je suis une des blogueuses sur le blogue bouffe Châtelaine version française,un magazine féminin canadien. J’ai mis en ligne ce matin 5 façons de recycler sa citrouille d’Halloween. Le résultat d’un appel à tous. Je te lis grâce à la fonction traduction de site de Google. Bien que j’ai des racines italiennes, mon arrière grand-mère dont je porte le prénom, je ne parle pas italien.

    Fabulous recipes and website design! I will try your pumpkin recipe. I use Google translate and I can read your website in french. I have italian roots my great grand mother but unfortunatly I can’t speak Italian. I’m blog on Blogue bouffe, Châtelaine women french canadian website. This morning I posted pumpkins recipes.

    Caroline

  16. 03/11/2009 alle 1:08 am

    @Caroline… J’éspère que la traduction de Google ne soit pas trop mal. Peut-être avec mes introductions il peut y avoir des problèmes mais les recettes devraient être assez simples pour que ça se comprenne plutôt bien. Et ton blog arrive juste au besoin: je pensais ce matin à une confiture de citrouille…🙂

  17. 17 stella
    03/11/2009 alle 4:20 pm

    Ma che meraviglia questo sito! Questi li voglio proprio provare!
    Abbiamo detto… 600 gr. di zucca già pulita e… la salsa di gorgonzola (dolce o picante?) come la fai? Grazie mille e complimentissimo! sei fenomenale!

  18. 06/11/2009 alle 11:37 pm

    @Stella… io direi gorgonzola piccante perché mi piace il contrasto. Per fare una cosa semplice semplice basta sciogliere il formaggio in un po’ di latte (poco: deve servire solo facilitare la fusione non deve essere predominante) a fuoco basso e poi magari aggiungere un mezzo cucchiaino di zenzero in polvere…

  19. 19 melissa
    16/11/2009 alle 11:57 am

    complimenti per questa ricetta!
    l’ho provata ed e’ andata proprio come dicevi: ho passato 20 minuti a pensare se aggiungere altra farina o meno, ma poi sono riuscita a resistere e il risutlato e’ stato squisito…
    ho anche fatto pubblicita’ alla ricetta e altre due amiche l’hanno provato con altrettanta soddisfazione!
    unico neo…li ho mangiati pure io con il gorgonzola ma forse la mia zucca no nera abbastanza saporita per cui il formaggio dominava.

  20. 16/11/2009 alle 9:04 pm

    bene bene sono proprio contento che vi sia riuscita bene, ma il merito è tutto di Cuochetta🙂

  21. 17/11/2009 alle 7:04 pm

    fatti, ma la nostra imperizia ci ha costretto alla fine a mettere troppa farina (non si riusciva a stenderli!)
    comunque buoni, peccato non aver avuto una crema al formaggio!

    p.s.
    hai poi ricevuto i semi ?

  22. 18/11/2009 alle 9:26 am

    sì Urza, ti avevo risposto nella ricetta dell’insalata di farro perché non ritrovavo la tua email… i semi sono arrivati🙂
    GRAZIE

  23. 04/12/2009 alle 3:56 pm

    bene !
    e complimenti sempre il tuo blog!

  24. 24 Barbara Giussanu
    28/11/2010 alle 1:54 pm

    Grande! Dosi perfette e anche risultato niente male!
    Sono già alla seconda emulazione delle tue ricette e mio marito è più che soddisfatto del risultato.
    Continua così!
    Barbara


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: