29
Mar
10

Olio a colazione

Ho saltato una settimana perché ero un po’ sconsolato per una foto di una ricetta che è venuta malissimo e ci sono rimasto male (a dimostrazione comunque del fatto che cucino e scatto al volo per mettermi subito a tavola invece di stare lì a sistemare il set di luci, la scenografia, ecc.). Ora che ho più o meno metabolizzato la cosa (e in settimana proverò a cucinare di nuovo quel piatto, vi anticipo solo che è indiano) provo a rimettermi a scrivere…
Nella settimana appena trascorsa ci sono state due novità importanti che riguardano questo blog… La prima è stata la candidatura al BlogCafé 2010 nella categoria Cucina/Ricette a distanza di 3 anni da quella clamorosa ed inaspettata vittoria nella categoria Fotografia che ancora oggi sfoggio con onore sulla colonna qui a destra. Ho scoperto per caso che ero nella lista dei candidati e quindi purtroppo ho perso terreno rispetto ad altri che hanno sicuramente cominciato a pubblicizzarsi prima, ma se vi andasse di concedermi il vostro voto ne sarei davvero lieto… Del resto, se sono nuovamente in lizza è tutto merito di voi lettori che mi seguite fedelmente. Per vedere la lista dei candidati occorre prima registrarsi… il link è www.squisito.org/blogcafe E GRAZIE!


La seconda novità invece l’avevo annunciata già 10 giorni fa sulla fan-page su Facebook ed è molto ghiotta (e anche molto impegnativa): ho iniziato infatti una collaborazione con il network di Dissapore e in particolare con il nuovissimo food-blog Spigoloso. Proveniendo dalle esperienze di Slow Food, i blog di Dissapore (Dissapore, Intravino e Spigoloso) hanno senz’altro grande eco e importanza nel panorama nazionale e farne parte è per me un grande onore. L’offerta delle mie ricette quindi raddoppia (per questo dicevo che è una cosa impegnativa, visti i miei tempi di aggiornamento) e mi auguro di riuscire ad essere all’altezza delle aspettative. A breve dovreste poter leggere il primo frutto di questa collaborazione.

E ora veniamo finalmente alla ricetta di oggi. Mi sono reso conto che, nonostante mi siano arrivate insieme le loro confezioni ed abbia usato entrambi i prodotti insieme, ho parlato molto più delle erbe di GliAromi rispetto a quanto fatto per l’Olio Gargiulo. E mi dispiace perché, se da una parte per il tradizionale olio extravergine d’oliva continuo a pensare che niente possa battere il sapore di quello che si produce qui intorno (cioè intorno a Firenze), è pur vero che invece i loro olii aromatizzati alle arance e ai limoni di Sorrento sono stati molto ma molto apprezzati in casa e si sono rivelati estremamente versatili. In particolar modo per le preparazioni dolci perché di solito si consiglia l’uso di un olio dal sapore neutro per non coprire gli altri ingredienti mentre questi si usano proprio per profumare deliziosamente le ricette. E se pensate che si tratta di olii prodotti spremendo insieme negli stessi frantoi gli agrumi e le olive potete immaginare da voi quanto sia forte l’aroma…
La ricetta di oggi quindi è doppia, per farmi perdonare dagli amici sorrentini, e buona per 8 persone (se considerate una porzione come quella che vedete in foto, comunque sufficiente per una colazione viste le calorie).
Partiamo dalla Mousse di Cioccolato all’Olio d’Oliva:

  • 125gr di cioccolato fondente
  • 2 uova (tuorli e albumi separati)
  • 60gr di zucchero
  • 50gr di olio aromatizzato all’arancio (Gargiulo)
  • 125ml di panna da montare, non zuccherata

Spezzettate il cioccolato e scioglietelo in un pentolino a bagnomaria. Appena sciolto, aggiungete l’olio d’oliva e fate incorporare bene i due ingredienti, quindi togliete dal fuoco e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
Prendete ora le uova… Da una parte montate a neve fermissima gli albumi con metà dello zucchero; dall’altra montate i tuorli con il resto dello zucchero fino ad ottenere una cremina liscia (meglio se lo fate con una frusta elettrica perché in questo caso dovete proprio montare, non solo sbattere).
Da ultimo montate la panna.
Incorporiamo ora le 4 preparazioni: versate il composto di olio e cioccolato sui tuorli montati ed amalgamate bene poi aggiungete, in due volte, la meringa (gli albumi montati) mescolando delicatamente dal basso verso l’alto ed infine, con lo stesso movimento, incorporate delicatamente anche la panna montata.
Distribuite il composto nelle vostre tazzine/coppette/ecc. e fate raffreddare in frigorifero per 6-8 ore.

Vediamo ora invece come preparare i Frollini all’Olio (8 frollini):

  • 140gr di farina 0
  • 40gr di zucchero
  • 30gr di olio aromatizzato all’arancio (Gargiulo)
  • 1 uovo

In una ciotola sbattete l’uovo con lo zucchero fino ad ottenere una cremina liscia (in questo caso basta sbattere, non c’è bisogno di montare) e quindi incorporate l’olio emulsionando bene. Aggiungete a poco a poco la farina setacciata controllando la riuscita dell’impasto: aggiungete farina fintanto che vi sembrerà necessario (l’impasto dovrebbe risultare appena più duro di una frolla).
Ora per lavorare l’impasto vi consiglio di dividerlo in 2 o 4 parti. Infarinate leggermente le vostre mani e fate rotolare sul piano di lavoro un pezzo di impasto in modo da ottenere dei cilindri di circa 1cm di spessore. Dividete i cilindri (in 2 se avete suddiviso l’impasto in 4 all’inizio, altrimenti… beh vedete voi come l’avete suddiviso), formate dei “nodi” (o, più semplicemente, dei taralli) e mettete i frollini su una teglia coperta con carta forno. Spennellateli con l’uovo sbattuto e, se volete, spolverizzateli con dello zucchero (anche granella se ce l’avete), quindi infornate a 200°C per una decina di minuti.

Servite i frollini con la mousse, magari aggiungendo un altro po’ di panna montata (zuccherata stavolta).


11 Responses to “Olio a colazione”


  1. 29/03/2010 alle 10:35 am

    Per prima cosa complimenti per la nomination e per la nuova collaborazione!
    Io amo l’olio nei dolci, e con questo olio aromatizzato mi hai proprio incuriosita, anche perchè si tratta di olive e agrumi spremuti insieme e non ho mai provato nulla di simile… chissà che profumo regalano a questa mousse!

  2. 29/03/2010 alle 11:19 am

    olio nei dolci sempre fabien e per il voto corrooooooooooooooooooo…..anch’io sono candidata ma in quello per le ricette….le tue foto sono davvero bellissime da vero professionista!!baci imma

  3. 3 carolina riboldi
    29/03/2010 alle 12:57 pm

    per una foto andata a male’ce nè’subito un’altra venuta bene.guarda il ciocco…

  4. 29/03/2010 alle 3:11 pm

    La mousse all’olio…assolutamente da provare… chissà che delizia di profumo quell’olio per i biscotti! devo provar a farne io di oli aromatizzati!:)
    complimenti anche per le due belle novità… in attesa della ricetta indiana…cucina che adoro!:)))
    ariciaooo
    ariTerry

  5. 29/03/2010 alle 3:18 pm

    sì sì quest’olio aromatizzato mi ha proprio convinto!
    oggi a pranzo l’ho usato anche per scottare un po’ delle carote con cui ho fatto un sughetto per la pasta… molto profumato e saporito davvero.

  6. 6 Ely
    29/03/2010 alle 5:22 pm

    cosa mi hai fatto ricordare con il titolo di questo post…. che la mia nonna mi dava sempre appena alzata un bel cucchiaio di olio di oliva perche mi diceva … “el medega….” cioè medica e guarisce… i tuoi frollini saranno sicuramente profumati, stò apprezzando sempre pi l’uso dell’olio nei dolci, complimenti anche per la nuova collaborazione! ciao Ely

  7. 29/03/2010 alle 10:55 pm

    olio e cioccolato è una scoperta recente per me, ma riuscitissima!!

  8. 31/03/2010 alle 8:12 am

    Con questa deliziosa tazzina mi vuoi proprio prendere per la gola. Trovo favoloso l’uso dell’olio in entrambe le preparazioni e mi piacerebbe provare entrambe.

  9. 23/04/2010 alle 5:59 pm

    Buonissime queste ricette ma si può utilizzare anche l’olio di oliva?entrambi le due ricette?se ti và passa nel mio blog ciao

  10. 23/04/2010 alle 6:03 pm

    @Golosoni… sì sì certo, queste ricette sono pensate proprio per l’olio d’oliva. Io per l’appunto avevo quest’olio aromatizzato ma puoi anche usare il solito olio di tutti i giorni (eventualmente puoi profumare con qualche goccia di essenza di arancia)

  11. 27/04/2010 alle 7:35 pm

    Grazie fabien per la tua risp questa ricetta è una bontà la devo fare smak ciao


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: