03
Mag
10

Pasta sfoglia rapida (1. Torciglioni)

Grissini di sfoglia

Dopo la faticaccia del post precedente con l'”ingrediente segreto”, sentivo assolutamente la necessità di tornare a qualcosa di semplice e veloce. Ho trovato l’ispirazione in uno dei blog francesi che seguo di più, Altergusto di Carole, le cui ricette hanno sempre un rapporto semplicità/bontà del risultato assolutamente sorprendente.
Già da qualche tempo stavo seguendo le sue invenzioni con una pasta sfoglia “finta” a base di latticini e quando ho letto del suo entusiasmo dopo l’ennesimo tentativo (in questo caso con la ricotta) mi sono fatto contagiare e ci ho provato anch’io. E ho fatto proprio bene!

Sì perché la pasta sfoglia preparata in questo modo si è rivelata davvero eccellente per consistenza e sapore e soprattutto molto ma molto rapida da preparare. L’unica pecca, e lo ammette anche Carole, è una croccantezza appena un po’ inferiore ad una sfoglia tradizionale ma per il resto rappresenta una soluzione ideale per chi non ha tempo (o voglia) di cimentarsi nella lunga preparazione della sfoglia.
La pasta sfoglia rapida sarà quindi il filo conduttore di questa settimana perché con la dose che vi indico qui sono riuscito a prepararci due ricette e me ne è pure avanzata un po’ con cui ho realizzato questi grissini attorcigliati che vedete in foto.
Ovviamente potete usare lo stesso procedimento per una sfoglia dolce (la ricotta, si sa, va su tutto hehe), basta sostituire lo zucchero al sale e il gioco è fatto.

  • 250 gr di ricotta
  • 250 gr di farina 00
  • 125 gr di burro (anche quello salato va benissimo)
  • 1 cucchiaino di sale fino

L’impasto è davvero veloce, ma va preparato il giorno prima (o la mattina per la sera, calcolate circa 12 ore).
Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, poi mescolatelo con la ricotta schiacciando entrambi con i rebbi di una forchetta fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Aggiungete la farina setacciata ed il sale e lavorate l’impasto con le mani per un paio di minuti. Non c’è bisogno di lavorare molto la pasta con questa preparazione😉
Schiacciatela un po’ con le mani in modo da dargli una forma più o meno rettangolare quindi avvolgetela in una pellicola per alimenti e lasciate riposare una notte in frigorifero (circa 12 ore, appunto).

L’indomani prendete l’impasto e lavoratelo così (ho pure fatto lo schema):
– ponetelo sul piano di lavoro infarinato con il lato corto rivolto verso di voi e stendetelo con il mattarello fino a 1cm di spessore (sempre nella stessa direzione);
– immaginatevi il rettangolo diviso in 3 parti uguali (1): ripiegate il terzo superiore verso di voi sul terzo centrale (2), poi il terzo inferiore sopra agli altri due (3);
– ruotate di 90° il rettangolo così ottenuto in modo da avere di nuovo il lato corto rivolto verso di voi (4).
Ripetete questa operazione altre due volte (cioè tre volte in tutto) poi ponete nuovamente l’impasto in frigorifero per una buona mezz’ora.

Lavorazione della sfoglia

La vostra sfoglia adesso è pronta per essere utilizzata. È vero che c’è voluta una notte di riposo, ma avete lavorato l’impasto solo 5 minuti ieri e altri 5 oggi… la fatica risparmiata val bene una nottata (ovvìa, ora mi reinvento poeta!).
Vedremo nel corso della settimana un paio di idee su come utilizzare questa preparazione… se volete già fare i grissini o se li farete quando vi avanzerà qualche rimasuglio di sfoglia, procedete in questo modo:
stendete la sfoglia fino a 3-4 mm di spessore, poi tagliate con una lama liscia ed in modo netto (cioè in un unico passaggio) delle striscioline larghe meno di 1 cm. Prendete tra pollice e indice delle vostre mani le due estremità delle striscioline e attorcigliatele muovendo le mani in senso inverso (oppure muovendone una e tenendo ferma l’altra).
Appoggiatele su una teglia ricoperta di carta da forno (se serve, schiacciate l’estremità sulla carta per non farle riaprire) e cospargetele con ciò che preferite: parmigiano grattugiato, fior di sale, spezie in polvere, ecc. quindi infornate a 200°C per 8-10 minuti finché saranno dorate.

Questi torciglioni valgono già da soli la preparazione dell’impasto, ma vi aspetto di nuovo qui a breve per un’altra ricetta con la sfoglia rapida. A presto!


27 Responses to “Pasta sfoglia rapida (1. Torciglioni)”


  1. 03/05/2010 alle 9:33 am

    ho provato anch’io la finta sfoglia, proprio con la ricotta come questa! è facilissima da stendere, veloce e talmente buona che ormai faccio sempre questa!

  2. 03/05/2010 alle 11:05 am

    avevo letto della philadelphia per una frolla veloce tu hai usato la ricotta e trovo l’idea davvero geniale!!la segno subito!!baci imma

  3. 03/05/2010 alle 11:07 am

    p.s. volevo chiedeti con questa dose riesco a ricavare 2 dischi da 22 di diametro???grazie

  4. 03/05/2010 alle 11:12 am

    @Imma… dovresti poter ottenere anche qualcosina in più (così ci fai i grissini)😀

    @Giò… eh mi sa che anch’io non ci sto mica più a perdere tempo per la sfoglia vera😉

  5. 03/05/2010 alle 2:38 pm

    Ma tu pensa, esiste la telepatia dei foodbloggers :-)))
    Scherzo, e’ che oggi ho postato una sfoglia molto simile alla tua.
    A presto!

  6. 03/05/2010 alle 3:17 pm

    La prima volta che sento parlare di questa sfoglia rapida interessante… visto la frenesia dei tempi moderni😉

  7. 7 Ely
    03/05/2010 alle 3:23 pm

    grandiosa ricetta! da utilizzare al più presto!!!! tanto di notte noi si dorme no? e lei lavora🙂

  8. 03/05/2010 alle 3:52 pm

    @arabafelice… ah ecco, vedi brava: mi pareva di aver letto un po’ di tempo fa una ricetta molto simile per la sfoglia ma poi negli anni me l’ero scordata. Mi sa che è quella di cui parli anche te…
    Ho visto che Carole ha preparato le sue (quelle precedenti, non questa con la ricotta) anche senza dare i giri alla pasta… riesce lo stesso ma si gonfia molto meno. Meglio con i giri, hehe

    provate provate🙂

  9. 03/05/2010 alle 8:18 pm

    ma dai..con la ricotta non l’avevo mai sentita!
    però se i risultati sono questi, la provo al più presto!!
    sono curiosa di vedere le altre due ricette!:)
    buona serata

  10. 03/05/2010 alle 9:57 pm

    Fabien,
    l’ho fatta anch’io, con la ricotta e mi è piaciuta davvero molto! appena riesco la pubblico!
    PS ho cambiato blog ma sono sempre Castagna… passa a trovarmi!
    Ciao!

  11. 05/05/2010 alle 9:55 am

    Ciao fabien,
    Sono molto felice che questa ricetta ti sia piaciuta ! Grazie per il link🙂

  12. 05/05/2010 alle 10:21 am

    @Carole… le tue ricette mi piacciono sempre tutte😀

  13. 06/05/2010 alle 10:15 am

    questa la provo subito! cercavo giusto un’idea da preparare domenica per la cresima della mia figlioccia. Chissà se una volta cotta resiste bene fino al giorno dopo?

  14. 14 Luca
    07/05/2010 alle 11:15 am

    Ok, mi avete convinto… verso le cinque sarò a casa, per strada mi compro gli ingredienti e metto anche i bambini a lavorare l’impasto (dove c’è da impiastricciare con le mani, i miei sono degli assi!!). Credo che i torciglioni saranno una sorpresa per i piccoli…

  15. 07/05/2010 alle 11:18 am

    @Luca… bravo bravo, insegnagli subito il piacere della cucina😀

  16. 12/05/2010 alle 7:03 pm

    Fanatastico! ho sempre voluto farla la pasta sfoglia, ma per pigrizia non ci ho mai provato. Il tuo schema mi sarà davvero utile😉
    Meg

  17. 12/05/2010 alle 10:13 pm

    Questa sfoglia mi affascina davvero… la voglio provare!!
    Era da un po’ che non passavamo da qui… vedo che ci sono dei post mooltooo interessanti , adesso li leggiamo tutti! ciao ciao fico&uva

  18. 18 Donato
    31/05/2010 alle 3:26 pm

    Ho provato a farla anche io… è venuto benissimo.
    Propongo una variante, ho pensato che si potevano fare anche dei cornetti, allora ho fatto l’impasto aggiungendo un po’ di lievito di birra, 24 ore in frigo, poi ho fatto tutta la procedure delle pieghe.
    Il risultato estetico non è ottimo, perchè l’impasto non è molto legato, e con il lievito si disfa, ma il gusto è incredibile, morbito e saporito.
    Ho riprovato allora facendo delle nastrine, sempre impasto con il lievito, poi ho fatto delle strice, le ho sovrapposte a tre a tre e attorcigliate, bagnate in superficie con latte e zucchero ed infornate.

    Vi assicuro sono ottime, meglio di quelle comprate

  19. 01/06/2010 alle 10:51 am

    @Donato… bravissimo.😀

  20. 13/08/2010 alle 7:33 pm

    Questa non la sapevo!! interessante proverò stasera se posso! ma si può congelare?

  21. 13/08/2010 alle 7:45 pm

    Secondo me puoi provare a surgelarla ma solo il panetto di partenza, non la sfoglia già lavorata… Quando ci ho provato io poi non è gonfiata bene

  22. 14/08/2010 alle 12:03 am

    ok grazie! è in frigo, la prova congelamento la farò con la proxima.

  23. 16/08/2010 alle 3:34 pm

    E’ perfetta Fabien! ho fatto un piccolo tortino rustico, è morbida, si scioglie in bocca, e, con dei pezzi di rimanenza, dei grissini……meravigliosi!!!

  24. 16/08/2010 alle 4:04 pm

    hehe beneeeeeee😀

  25. 29/11/2010 alle 11:20 am

    Siccome non digerisco la pasta sfoglia avevo trovato un’alternativa con un impasto di acqua, farina, sale e lievito in polvere.
    Ma mi sa che alla prossima provo subito con questa ricetta, mi sembre molto più invitante!!!

  26. 26 marta
    20/02/2012 alle 4:59 pm

    ho conservato questa ricetta da tanto tempo, finalmente ho avuto l’occasione di provarla… ma a me non è uscita sfoglia😦
    il profumo è divino, il sapore delizioso, ma non si è gonfiato e di sfoglie neanche l’ombra. MI sono accorta troppo tardi di aver steso la pasta con il mattarello in entrambe le direzioni (avanti-dietro e destra-sinistra)…possibile che sia stato questo? O magari è perchè l’ho stesa un po’ spessa, boh…
    comunque non demordo, e riproverò🙂

  27. 20/02/2012 alle 10:14 pm

    @Marta… È piuttosto probabile che sia stata colpa del mattarello in entrambe le direzioni, quello sì, peccato. Però almeno sapore e profumo c’erano. Dai dai, riprova e fammi sapere😀
    un bacione


Comments are currently closed.

Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 1 year ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: