Archive for the 'Club Sale&Pepe' Category



24
Apr
07

“Millefoglie” con burrata e asparagi

Millefoglie con burrata e asparagi

È uscito in questi giorni il nuovo numero di Sale&Pepe ma non potevo mettere via quello precedente senza aver prima provato questa ricetta (Tulip, un’altra aggiunta al nostro Club!)… Mi ci è voluto un po’ prima di poterla fare perché ho aspettato di trovare una burrata davvero fresca (libidinosa) ma alla fine ho beccato il giorno della consegna dei prodotti della Cooperativa Il Forteto alla Coop. Il Forteto è una cooperativa agricola con sede nel Mugello che offre prodotti davvero buoni e che ho conosciuto ai tempi del servizio civile perché offriva opportunità di reintegro nel mondo del lavoro a persone che nella vita avevano incontrato delle difficoltà (non sto parlando di me, io facevo l’operatore in una struttura affine). A distanza di anni non so se sia ancora così ma sono rimasto comunque affezionato ai loro prodotti…
Dunque mi sono imbattuto in questa Burrata “Tenerella” (ne esiste anche una versione aromatizzata al tartufo) e ho colto subito l’occasione per preparare questo particolare millefoglie salato…
Vi riposto la stessa ricetta pubblicata su Sale&Pepe perché l’ho seguita quasi passo passo, con la sola differenza di un’aggiuntina di zenzero (cosa che si ritrova spesso nelle mie ricette… che ci posso fare? Mi piace!).

  • 600gr di asparagi
  • 250gr di burrata
  • 6 fogli di pasta fillo (prima la compravo surgelata, ora ho scoperto che la fa anche la Buitoni e si trova “fresca” al banco frigo)
  • 20gr di burro
  • un ciuffo di prezzemolo, tritato
  • un cucchiaino di zenzero in polvere
  • olio, sale e pepe

Pulite gli asparagi e separate le punte dai gambi. Lessate questi ultimi in acqua salata e scolateli. Sbollentate poi le punte e scolatele dopo qualche minuto (i due minuti indicati nella ricetta originale vanno bene se si usano quelli surgelati, per quelli freschi ci vuole un po’ di più) poi mettetele a raffreddare in una ciotola con acqua e ghiaccio per fargli mantenere il loro bel colorito verde.
Tagliate i gambi a pezzetti e fullateli con la burrata insieme a sale, pepe e zenzero (all’ultimo ci ho aggiunto anche due foglioline di menta… crepi l’avarizia!) fino a ottenere una crema liscia e morbida.
Tagliate la pasta fillo in quadrati da 10-12 cm di lato e spennellateli con il burro fuso poi passateli in forno a 200°C per 2-3 minuti.
Componete il piatto alternando un quadrato di pasta fillo alla crema di asparagi e da ultimo guarnite con le punte avanzate. Due gocce d’olio extravergine e una manciata di prezzemolo… e il piatto è servito!

12
Apr
07

Torta con i pinoli alla ligure

Torta con i pinoli

Per prima cosa un grazie a tutti quelli che hanno votato la mia foto per la pubblicazione su JPG magazine, speriamo vada in porto. Per chi non l’avesse vista, era in un box nella colonna di destra che adesso ho tolto per non rompervi troppo le scatole ora che il concorso è finito… Del resto qui si parla di cucina e quindi andiamo con il post della ricetta di oggi.
Ora che ho scoperto l’esistenza del Club Sale&Pepe Forever sono ancora più tentato di sperimentare le ricette della rivista e pubblicarle sul blog! Casualmente si tratta un’altra volta di un dolce… Vabbè, non è così casuale: siccome non ero proprio una cima con i dolci, l’aver scoperto che con le indicazioni di Sale&Pepe le cose mi riescono decisamente bene mi spinge a riprovare ogni volta. È vero che vado abbastanza sul sicuro perché scelgo preparazioni piuttosto semplici, come in questo caso, però poi alla fine il risultato è delizioso quindi ben venga la semplicità e ben vengano questi dolci!
Oltretutto questa ricetta è stata proposta da un vero chef, quindi come potevo non avere successo?

  • 200gr di burro
  • 200gr di zucchero semolato
  • 150gr di farina
  • 50gr di fecola
  • 150gr di pinoli
  • 4 uova
  • un pizzico di lievito per dolci
  • zucchero a velo
  • sale

Togliete il burro dal frigo una mezz’oretta prima per farlo ammorbidire poi mettetelo in una terrina e lavoratelo con lo zucchero e un pizzico di sale fino a ottenere una crema soffice (questo mi è servito a capire che il mouse nuovo che uso al lavoro mi fa male al polso… dopo un minuto già mi sono dovuto fermare per il dolore, ma poi ho continuato stoicamente per dare alla mia dolce metà uno dei suoi dolci preferiti). Incorporate quindi un uovo per volta, amalgamando bene.
A parte mescolate la farina con il lievito, quindi incorporate anche questi al composto usando un setaccio. Aggiungete metà dei pinoli e mescolate ancora (ho avuto dolori al polso per due giorni).
A questo punto prendete uno stampo da 24cm, imburratelo e infarinatelo bene, versatevi il composto distendendolo per bene per tutto lo stampo e cospargete con il resto dei pinoli (infarinati e messi in un colino per eliminare la farina in più).
Infornate a 170°C per mezz’ora dopodiché sfornate la torta e lasciatela raffreddare (vi si staccherà più facilmente dallo stampo). Cospargete di zucchero a velo e servite.

(nella foto c’è anche la versione ripiena di Nutella… tante volte non vi sembrasse abbastanza golosa…)

08
Apr
07

Guscio bigusto con sbrisolona di Brownies (buona Pasqua a tutti!)

Uovo di Pasqua bigusto

Potevano forse mancare i miei auguri di buona Pasqua? Ovviamente no. E in più ne approfitto per salutare gli amici food-blogger del Club Sale&Pepe, quelli (come capita a volte anche a me) che provano a cucinare le ricette lette sulla celebre rivista… Nei prossimi giorni aggiornerò questo blog indicando le ricette che sono state appunto tratte da Sale&Pepe e dai suoi allegati.
Siccome è Pasqua anche per me e devo andare dai suoceri a pranzo non mi dilungo in chiacchere e passo subito a darvi la ricetta, appena un po’ modificata rispetto a quella cartacea perché mi andava di fare anche i Brownies e li ho sostituiti alle fragole glassate (mi piacciono pure di più)…

  • mezzo uovo di cioccolato fondente (meglio che mai se, come noi, avete acquistato quello equo e solidale venduto nelle piazze dalla LAV), ca 125gr
  • 100gr di cioccolata al gianduia
  • 100gr di cioccolato fondente (l’altra metà dell’uovo)
  • 200ml di panna fresca da montare
  • 2 o 3 brownies (vedi la ricetta)

Versate la panna in una casseruola e portatela a ebollizione, quindi mantenetela sul fuoco per un altro minuto. Toglietela dal fuoco e trasferitela in parti uguali in due ciotole separate. Nella prima spezzettate il cioccolato fondente, nell’altra quello al gianduia. Mescolate energicamente il contenuto di entrambe le ciotole con la frusta (se riuscite a farlo contemporaneamente usando entrambe le mani vi prego di mettere il video su YouTube, voglio proprio vedere…) fino a che otterrete due composti lisci ed omogenei. Ponete le ciotole in frigo una mezz’ora per fare addensare.
Nel frattempo preparate i brownies utilizzando la metà delle dosi della ricetta che già vi ho scritto qualche tempo fa e infornando il tutto in uno stampo da muffins per mezz’ora… Ma guarda: preciso lo stesso tempo che ci mette la cioccolata ad addensarsi! Così non si perde tempo! 🙂
Prendete due o tre brownies-muffins e sbriciolateli con le mani dentro al mezzo uovo, quindi tirate fuori dal frigo le creme e riempite il mezzo uovo a cucchiaiate, alternandole alla meglio…
E ora, dateci dentro!

Tanti auguri a tutti!

03
Apr
07

Ravioli (cinesi) con zucca e caprino

Ravioli con zucca e caprino

Di nuovo ho preso in mano uno dei libri allegati alla rivista Sale&Pepe, l’ultimo dedicato proprio al sale e al pepe, e ho trovato l’ispirazione per questi ravioli un po’ particolari. Il sapore può risultare un po’ strano perché noi italiani siamo abituati fin troppo bene con le nostre paste fresche ma alla fine il risultato è stato senz’altro gradevole e devo dire che la preparazione con questo tipo di sfoglia risulta assai facile perché resiste molto bene in acqua e non c’è praticamente rischio di perdere il ripieno… Oltretutto la preparazione è anche semplice, il che non guasta mai.

  • 300gr di zucca gialla
  • 2 cucchiaini di pepe macinato (misto bianco e nero)
  • 1 cucchiaio di timo tritato
  • 70gr di caprino
  • sfoglia per wanton (ca 200gr, con queste dosi dovreste ottenere circa 14/16 ravioli)
  • 30gr di burro
  • 50gr di parmigiano a scaglie
  • 1 cucchiaio di salvia tritata

Tagliate a dadi piuttosto piccoli la zucca e lessatela in abbondante acqua bollente salata finché non diventa tenera. Scolatela e sciacquatela per fermare la cottura. Passatela allo schiacciapatate per ottenere una purea liscia alla quale unirete il pepe, il timo e il formaggio mescolando bene.
Per la preparazione del raviolo, adagiate metà dei fogli per wanton su un piano asciutto e pulito e disponete al centro di ognuno un cucchiaio di purea di zucca. Spennellate leggermente con un po’ d’acqua il bordo dei ravioli e coprite con i fogli rimasti. Schiacciate i bordi con i rebbi di una forchetta per sigillarli.
Cuocete i ravioli in acqua bollente salata, a 3-4 per volta per 5 minuti scarsi, quindi trasferiteli nel piatto e serviteli con il burro fuso (al quale avrete aggiunto la salvia tritata) e le scaglie di parmigiano.

Per i fiorentini, ovviamente la sfoglia per wanton l’ho trovata al Vivi Market…

01
Mar
07

Filetti di tonno al pepe con maionese al wasabi

Filetti di tonno al wasabi

Da qualche mese sto comprando Sale&Pepe quasi esclusivamente per i suoi libri allegati: in autunno ci sono stati due libri sul cioccolato (splendidi, anche per il modo di scrivere dell’autrice sempre pronta alla battuta) mentre a Febbraio, tanto per fare una cosa originale, il libro era sul sale e sul pepe (a cura di Jody Vassallo)… ma che simpaticoni!!! Fatto sta che ci sono molti spunti interessanti, in particolare nelle ricette con il pepe, tra i quali anche questi filetti di tonno… Certo, la foto di presentazione sul libro è assai più bella e invitante della mia ma spero di riuscire a rendervi l’idea (anche perché capita spesso che nella fotografia di cibo i piatti siano finti quindi la lotta è impari)…
Stavolta non ci sono state particolari elaborazioni o personalizzazioni, quindi spero che questa cosa non mi costi chissà cosa in copyright… oh, io la fonte l’ho citata e pure linkata…

  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 300gr di filetto di tonno
  • 1 cucchiaio e mezzo di pepe nero macinato
  • la scorza di un limone verde grattugiata finemente
  • 1 cucchiaio di olio vegetale
  • 1/2 cucchiaino di pasta wasabi (qui sì che ho cambiato: ne ho messo uno intero)
  • 80gr di maionese (e qui ho ridotto la dose per permettere al wasabi di dare più sapore e colore)

Mescolate da una parte la salsa di soia con il succo di limone e da un’altra il pepe con la scorza di limone. Tagliate il filetto di tonno a strisce spesse circa 3cm e unitele alla salsa poi rotolatele nel miscuglio di pepe e scorza che dovrà coprire i filetti come una crosta.
Scaldate l’olio in una padella e cuocete il tonno circa 1 minuto per lato (se troppo cotto il tonno tende ad indurirsi). Toglietelo dalla padella e avvolgetelo rapidamente e ben stretto in un po’ di pellicola in modo che conservi tutto il succo. Lasciate raffreddare per circa 10 minuti.
Nel frattempo mescolate bene la pasta wasabi con la maionese e quindi servite insieme al tonno.

Se volete provare questi ingredienti in altre ricette, ho già usato il filetto di tonno qui e ho parlato del rafano e del wasabi qui… magari ve li eravate persi…
🙂




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare