Posts Tagged ‘ceci

21
Set
09

Insalata di farro

Insalata di farro

È già arrivata la prima pioggia autunnale e le temperature si sono abbassate di parecchio, ma per fortuna il cielo ci ha regalato ancora un week-end abbastanza caldo e soleggiato (almeno a Firenze… poi vabbè, in serata lampi e tuoni ma di giorno io ho pure rimesso i sandali). Per questo non mi è sembrato affatto strano ritrovarmi a desiderare di preparare un’insalata fredda di farro a fine Settembre. Oltretutto non avevo neanche moltissimo tempo da dedicare alla cucina quindi un piatto in cui tutto, a parte il farro, si aggiunge a crudo era proprio l’ideale.
Ah, la foto vi sembrerà probabilmente un po’ sproporzionata con quella foglia di basilico così grande rispetto al coccio… E invece le foglie del mio basilico sono proprio grandi così! È una varietà diversa dal classico vaso di basilico da pesto che si trova nei mercati e viene da un campo vicino al mare nel Grossetano, si chiama proprio “basilico a grandi foglie” ed ha un aroma abbastanza marcato di liquirizia e limone.
La preparazione dell’insalata di farro è davvero molto semplice:

  • 2 pugni di farro a persona
  • ceci già lessati
  • verdure fresche (quelle che più vi piacciono da mangiarsi crude, nel mio caso: carote, peperoni gialli e a volte un po’ di rucola)
  • un formaggio tipo emmenthal oppure scamorza, provolone, ecc.
  • basilico fresco
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Mettete a lessare il farro in acqua salata per circa 35 minuti (se ce l’avete confezionato però controllate i tempi sulla scatola). Scolatelo e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente.
Grattugiate le carote, tagliate a julienne molto fine il peperone (e/o le altre verdure che avete scelto) e a cubetti il formaggio. Spezzettate il basilico con le dita.
Quando si sarà definitivamente raffreddato il farro, unite gli altri ingredienti, irrorate con un ottimo olio, regolate di sale e pepe e servite.

Le varianti ovviamente sono infinite e cambiano a seconda della vostra creatività. Se anche lì da voi è tornato un po’ il sole, approfittatene!

24
Set
07

Pizzoccheri in crema di ceci

Pizzoccheri

I pizzoccheri sono un formato di pasta tipico della Valtellina realizzato con la farina di grano saraceno. Per le informazioni dettagliate su questo prodotto vi rimando alla pagina di Wikipedia, mentre per la ricetta tipica dei pizzoccheri alla Valtellinese il link è a GialloZafferano.
C’è sicuramente qualcuno di voi che si metterà di buzzo buono a prepararseli in casa, e ha tutta la mia ammirazione per questo, ma un po’ perché non ho più il fisico e un po’ perché mi si è sciupata la macchina per stendere la pasta ho permesso alla confezione di pizzoccheri sullo scaffale del supermercato di sedurmi e conquistarmi senza opporre troppe resistenze… Magari non è proprio un piatto adattissimo al clima attuale visto che il sole ha esaudito le mie richieste (vedi ricetta precedente) ed è tornato a scaldare la mia città, ma ormai li avevo comprati e dovevo pur cucinarli!
Per come sono realizzati, i pizzoccheri si prestano benissimo a piatti un po’ rustici e quindi, da buon toscano, non ho trovato di meglio che affiancargli degli ottimi legumi (in questo caso i ceci) e il risultato è stato decisamente positivo.
Proporzioni per 4:

  • 200gr di pizzoccheri secchi
  • 300gr di ceci lessati (ve lo scrivo perché se li avete secchi dovete ricordarvi la sera prima di metterli in ammollo)
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • 2 bicchieri di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Mettete a scaldare in un tegame 1 cucchiaio di olio, versatevi i ceci e coprite con il brodo bollente. Unite anche il rosmarino e l’alloro (lasciateli pure interi, li leverete alla fine) e fate cuocere per un quarto d’ora circa a fuoco medio. Al termine frullate gran parte dei ceci e mettete quelli interi da parte.
Lessate i pizzoccheri. Un paio di minuti prima del termine della cottura scolateli e uniteli al passato di ceci regolando di sale e pepe quindi ripassateli nel tegame. Al momento di servire, disponete i pizzoccheri con la crema di ceci nelle singole scodelle, unite i ceci interi che avevate tenuto da parte e irrorate con l’olio rimasto e una generosa macinata di pepe.

29
Mag
07

Pasta veloce con ceci e zucchine

Ceci e zucchine

Visto il successo della precedente ricetta (la pasta Primavera) mi sembrava doveroso concedere il bis con un’altra ricetta velocissima e particolarmente adatta a quelle persone che stanno leggendomi adesso dal lavoro ma che torneranno a fare la pausa pranzo a casa propria (sempre che abbiate gli ingredienti a disposizione, è ovvio). È chiaro che se vi piace potete anche non rientrare in questa categoria per preparare la ricetta di oggi…
Se per caso avete dei ceci già lessati (avanzati dal giorno prima oppure in scatola) la preparazione richiede davvero pochi minuti.

  • 120gr di ceci lessati
  • 3 zucchine di media grandezza
  • la pasta che preferite (ma vi consiglio un formato corto come le mezze penne)
  • una piccola noce di burro (facoltativo)
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • sale, pepe e olio extravergine

Cominciate con l’ottimizzare i tempi e mettete subito a bollire l’acqua per la pasta. Tagliate a rondelle le zucchine aiutandovi con una mandolina perché siano tutte dello stesso spessore e cuocetele a fuoco medio in un tegame con 2-3 cucchiai d’olio. Dopo 5 minuti unite i ceci e la curcuma, mescolate un minuto per amalgamare i sapori e aggiustate di sale e di pepe. Se vi piace (a me sì) legate ed esaltate il sapore con una piccola noce di burro che lascerete fondere nel tegame a fine cottura.
Nel frattempo avrete cotto la pasta, quindi scolatela e saltatela direttamente nel tegame appena prima di servirla in tavola…

14
Mag
07

Cestino di farinata con fegato di coda di rospo

Cestino di farinata con coda di rospo

Inizio con questa ricetta una collaborazione particolare con quello che ormai tutti conoscete come uno dei miei (ri)fornitori più apprezzati, ovvero ‘ino. Alessandro infatti mi ha chiesto, per ampliare il suo blog e per avvicinare la clientela, di produrmi in ricette da realizzare con i prodotti in vendita nel suo negozio. È una cosa che ho già fatto in passato (ad esempio qui, qui e qui, giusto per mostrarvi un menu completo) per piacere personale e perché le cose che avevo comprato da lui mi avevano dato la giusta ispirazione. Sarà sicuramente riproposta, ma la mia idea in questo caso sarebbe quella di “dare forma”, per così dire, a ciò che viene esposto in vasetti e scatolame vario. Quindi, se magari non mi sognerei mai di comprare un vasetto di sugo, condirci la pasta e proporvela qui sul blog, ecco che sul sito di ‘ino la cosa acquista un senso perché si tratta di un modo piacevole e più diretto per presentare ciò che viene venduto. Per questo non vedrete queste ricette sul mio blog, a parte questa inaugurale, ma le troverete direttamente sul sito www.ino-firenze.com. Se dovessi acquistare prodotti freschi che mi daranno la giusta ispirazione allora la ricetta troverà giustamente la sua collocazione anche nel mio blog, ma per quelle derivate da prodotti “già pronti” allora dovrete cercarle da lui…
Per inaugurare questa collaborazione, siamo partiti da un prodotto della celebre Officina di Moreno Cedroni di Senigallia (AN): un vasetto di fegato di coda di rospo (magari la conoscete come rana pescatrice). Ero un po’ spiazzato; un po’ perché Alessandro mi aveva proposto la cosa giusto poche ora prima e un po’ perché non avevo tempo di andare a fare la spesa (ed è successo venerdì, quindi ormai il frigo stava esaurendo le sue scorte settimanali). Guardando ovunque in cucina, alla fine ho deciso di arrangiarmi con la farina di ceci e, mentre preparavo la farinata, ho trovato anche questo modo simpatico di presentarla… spero piaccia anche a voi!
Per due persone:

  • 100gr di fegato di coda di rospo (dell’Officina, ovviamente)
  • 100gr di farina di ceci
  • 25gr di olio extravergine
  • 2 pomodori secchi
  • 5-6 olive verdi denocciolate
  • sale e pepe nero

Preparate la farinata mescolando in una ciotola la farina di ceci con 370gr di acqua, un pizzico di sale, l’olio extravergine e una generosa macinata di pepe (non preoccupatevi se vedete che la pastella appare troppo liquida: va bene così anche se, nel dubbio, meglio un po’ più di farina che di acqua). Versate la pastella in uno stampo da torte da 24cm in silicone… Può andare bene anche una vaschetta di alluminio ma in questo caso dovrete ungerla un po’. Cuocete in forno a 200°C per 8-10 minuti dopodiché sformate e, aiutandovi con degli stampi per biscotti o dei tagliapasta, ricavate dei dischi di 10cm di diametro (se tutto va come deve, dovreste averne 8).
Tenete da parte due dischi e agli altri praticate un altro taglio al centro con una forma un po’ più piccola della precedente in modo da ricavare un anello. Sovrapponete 3 anelli ad ognuna delle due basi tenute da parte in modo da formare i cestini.
Tagliate a rondelle le olive, sminuzzate i pomodori secchi e mescolateli al fegato di coda di rospo aggiustando appena un po’ con sale e pepe se vi sembra necessario. Con questa farcitura riempite i cestini e servite condendo con un filo di olio extravergine.
E ora vediamo un po’ se Alessandro è soddisfatto… 🙂

04
Lug
06

Involtini di manzo su crema di ceci al rosmarino

Involtini con crema di ceci

Non poteva durare a lungo! Dopo tanti piattini freddi e leggerini sentivo il bisogno di tornare un po’ alle mie vecchie abitudini culinarie.
Oggi a pranzo ero solo in casa quindi ne ho approfittato per cucinare un po’ di carne… Non che solitamente non possa farlo: è solo che dispiace a me, in presenza di una vegetariana, riempire la cucina dei profumi della cottura della carne. Quindi di norma evito di cucinarla (e la cosa non mi pesa per niente perché non mi farebbe nemmeno bene alla salute mangiarla di continuo… una volta al mese però me la concedo). E dunque, un mese dopo lo spezzatino col Berberé ecco la mia seconda ricetta di carne!
Vabbè, dato il caldo potevo limitarmi ad un carpaccino veloce veloce con funghi, rucola e grana ma mi andava il piatto ricco e sostanzioso…

  • 2 fettine di manzo scelto (circa 150-170g)
  • 4 fette di bresaola
  • 1 zucchina grande
  • 2 fette tagliate fini di pecorino di Pienza
  • 100g ceci lessati
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio, sale, pepe e peperoncino

Preparate prima la crema che poi lascerete freddare nel piatto: scaldate un po’ d’olio in un tegame e buttateci le foglie di rosmarino rosolandolo per un paio di minuti (se vi piace aggiungete uno spicchio d’aglio schiacciato che toglierete dopo i due minuti). Versate i ceci e fateli insaporire, poi spegnete il fuoco, regolate di sale, pepe e peperoncino e con il frullatore a immersione riducete il tutto in crema. Versate a specchio nel piatto e preparate gli involtini.
Battete leggermente le fettine di manzo e adagiatele su un piatto. Tagliate la zucchina per il lungo a fette molto sottili e sistematela sopra alla carne. Quindi sovrapponete due fette di bresaola per ogni involtino e una fetta di pecorino. Rigirate con cura la carne su se stessa per formare l’involtino e fermatela con uno stuzzicadenti (o due, se servono) e mettetela a rosolare in un tegame con un filo d’olio a fuoco medio per una decina di minuti girandola spesso.
Appena comincerà a sciogliersi il formaggio e a scurirsi la fettina, l’involtino è pronto. Ponetelo nel piatto sopra alla crema di ceci e servite.




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 2 years ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare