Posts Tagged ‘cumino

25
Ott
10

Kebab di Seitan

Kebab di Seitan

È un periodo in cui il Seitan è sulla bocca di tutti: di chi si avvicina oggi per vari motivi ad una cucina senza carni, di chi pensa che una sagra del seitan sia qualcosa che non sta né in cielo né in terra, sulle riviste di cucina, perfino sulle pagine degli antivegetariani di Dissapore… A volte clamorosamente a sproposito, come quando lo si intende paragonare al tofu: un po’ come se ad un marziano spiegassimo che il pollo è come la feta. Il più delle volte però, cercando di fare apparire invitantissima anche per un carnivoro convinto questa pietanza spongiforme accompagnata da una banale insalatina (suvvia, siamo seri). Ora, io mi rivolgo qui agli amici vegetariani, vegani e anche animalisti: ma non vi siete onestamente un po’ scocciati che vi facciano sempre apparire come quelli integralmente salutisti, indisponibili allo sgarro alimentare sia pure per un cucchiaino d’olio extravergine in più? Che il vegetarianismo sia banalmente una questione dietetica e non un forte convincimento etico? Ma chi l’ha detto che un vegetariano debba patire orribilmente la fame e nutrirsi esclusivamente di una dieta che farebbe tristezza anche al coniglietto Bunny?

Continua a leggere ‘Kebab di Seitan’

20
Apr
10

Baigan Masala

Baigan Masala

Vi ricordate che qualche giorno fa vi ho detto che non avevo pubblicato una ricetta perché la foto era venuta orribile? Ecco, la ricetta è questa (e stavolta la foto mi piace).
Si tratta di un piatto che ordino molto spesso alla rosticceria indiana e che non si trova molto facilmente in rete (il curry di melanzane sì, ma è ben diverso). Oltretutto, le già poche ricette che ho trovato sono anche molto diverse tra loro per cui ho dovuto improvvisare. Sarebbe stato senz’altro più scenografico trovare le melanzane mignon, quelle più piccole di un pugno, e riempirle con l’impasto prima di cuocerle, ma anche con le melanzane tagliate a dadini il risultato ha superato abbondantemente le aspettative ed è pure migliore di quello della rosticceria (che già era ottimo).

Continua a leggere ‘Baigan Masala’

20
Ott
08

Hamburger vegetariani (anche un po’ vegani)

Hamburger vegetariani

Ci credereste? Una nuova ricetta!

È passato davvero tantissimo tempo dall’ultimo aggiornamento del blog… Un po’ perché d’estate sono più in difficoltà nel trovare nuove possibilità culinarie, un po’ per il tempo che ho dovuto passare in ospedale, un po’ perché mi sono finalmente messo a dieta e la cosa non è proprio compatibile con il mio stile in cucina, un po’ tante cose insieme ed ecco che sono trascorsi i mesi.
Devo però ringraziare tutti quelli che in questo tempo non hanno mancato di farmi avere i loro messaggi e hanno continuato a venire a controllare il blog alla ricerca di quel benedetto aggiornamento che non arrivava (oltre 1000 lettori al giorno per un sito fermo da un pezzo non mi pare così male). E finalmente l’attesa è terminata! Non vi prometto una ricetta al giorno, ma qualcosa di nuovo ogni tanto magari…

E ora la ricetta (per 4 hamburger):

  • 430gr di fagioli cannellini lessati (oppure quelli in scatola andranno benissimo)
  • 120gr di funghi champignon tagliati a fettine molto sottili
  • 1 cipolla tritata molto fine
  • 1 cucchiaino di coriandolo in polvere
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • sale, pepe, olio di semi
  • farina
  • panini tondi da hamburger
  • guarnizione a piacere (nella foto, rucola e grana)

Fate scaldare un cucchiaio d’olio in una padella a fondo spesso e fate appassire la cipolla per qualche minuto dopodiché aggiungete le spezie in polvere e fate insaporire per un minutino. A questo punto aggiungete i funghi e fate cuocere 6-7 minuti, mescolando bene per fare insaporire e facendo evaporare tutta l’eventuale acqua rilasciata dai funghi. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.
Schiacciate i fagioli con uno schiacciapatate (o nel passaverdure se vi sembrano un po’ duri) e uniteli ai funghi e al prezzemolo in una ciotola. Regolate di sale e di pepe e mescolate bene tutti gli ingredienti.
Dividete il composto in 4 parti, infarinatele, date ad ognuna la forma tonda e piatta di un hamburger (fate delle palline e poi schiacciatele leggermente) e sistematele su una teglia da forno precedentemente unta con un filo d’olio. Spennellate leggermente la superficie degli hamburger e passateli sotto al grill del forno per 5-6 minuti per lato finché formeranno una leggera crosticina.
Serviteli quindi nei panini da hamburger con la guarnizione che preferite.

Un’ottima alternativa per tutti quei vegetariani che hanno problemi di digeribilità della soia con cui sono fatti gli hamburger che si trovano in commercio…
🙂

aggiornamento: ieri ho provato a realizzare la variante con le zucchine al posto dei funghi e i fagioli borlotti al posto dei cannellini… Ottimi anche questi.

aggiornamento, giugno 2009: questa ricetta è risultata tra le 10 vincitrici del picnic-contest di Cavoletto di Bruxelles e KitchenAid e apparirà nel prossimo libro di Sigrid. Wow, grazie mille davvero!!!

aggiornamento, novembre 2009: il libro di Sigrid è finalmente uscito! Trovate questa ricetta a pag.156

09
Nov
07

Patate stufate all’indiana

Patate stufate all’indiana

Ogni tanto ritorna su queste pagine qualche ricetta di ispirazione asiatica, di solito indiana. Stavolta però la ricetta l’ho presa da un libretto che non aveva nulla a che fare con la cucina etnica e che ho trovato a pochi euro su una bancarella alla Festa de L’Unità… “Oggi cucino io: vegetariano” della Mondadori.
Siccome in casa amiamo entrambi mangiare speziato è normale che poi questo si traduca anche in numerose ricette nel blog. Stavolta è toccato alle patate subire il trattamento “indianizzante” (o indianifico, indianevole, indianatico… come vi pare). E poi ho visto che anche a voi le patate piacciono molto (l’ho capito dal numero di persone che visitano ogni giorno la pagina delle patate Hasselback) spero di farvi cosa gradita anche con questa nuova ricetta…

  • 500gr di patate novelle
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 2 peperoncini secchi
  • 1 cipolla tagliata a fettine sottili
  • 2 cucchiai di ghee (il burro chiarificato alla base delle ricette indiane, se non l’avete usate il burro normale)
  • 2 cucchiaini di curry
  • 1 cucchiaino di semi di senape
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • 15gr di farina di cocco
  • sale

Lavate le patate e tagliatele a pezzettoni. Tostate il cumino e i peperoncini in una padella, quindi unite la cipolla e mezzo cucchiaio di ghee e fate insaporire per un minuto scarso a fuoco vivace.
Trasferite il tutto in un mixer con 2 cucchiai scarsi di acqua e tritate fino ad ottenere una pasta. Fate fondere il ghee rimasto in una padella e tostate il curry con i semi di senape per pochi secondi prima di aggiungere la pasta di spezie, le patate, la curcuma, il cocco e altri 3 cucchiai di acqua.
Salate, coprite la padella e fate cuocere a fuoco basso per una quindicina di minuti o fino a quando le patate saranno tenere (se è il  caso riaggiungete un po’ d’acqua). Servite caldissimo.

03
Nov
06

Cozze tandoori

Cozze tandoori

E oggi coniughiamo le cozze con l’India! L’India non è tradizionalmente un paese di grandi consumatori di pesce ma c’è una zona in particolare della nazione, il Bengala, in cui pesce e riso costituiscono la dieta principale (e non la carne di tigre come potreste pensare…). In particolare, i crostacei e molluschi fanno bella mostra di sé in piatti profumatissimi e coloratissimi. Purtroppo però non sono stato in grado di replicare esattamente la ricetta originale del tandoori poiché questa prende il suo nome dal forno cilindrico di argilla dove si cuociono queste pietanze (il Tandoor per l’appunto) e io in casa non ce l’avevo proprio… In sostituzione mi è corso in aiuto il buon vecchio grill del forno (a una cozza non è piaciuto e mi è esplosa dentro al forno con una bella fiammata!). E ora diamo il via alla preparazione…

  • 250g di cozze sgusciate
  • 100g di burro (è inutile che vi dica che sarebbe opportuno usare il ghee)
  • 1 cucchiaino di zenzero
  • 1 cucchiaino di peperoncino
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di coriandolo
  • 1 cucchiaino di cumino
  • poche gocce di colorante alimentare rosso

Sbollentate 5 minuti le cozze poi scolatele. Fate sciogliere il burro in un tegamino quindi aggiungete lo zenzero, il peperoncino, il cumino, il sale e il coriandolo; poi poche gocce di colorante rosso. Mescolate bene per amalgamare il tutto e togliete dal fuoco. Spennellate le cozze con il composto di burro e spezie e grigliate nel forno già caldo le cozze per 10-12 minuti (giratele una volta sola a metà cottura). Servite con lattuga oppure rucola, peperoncini verdi tritati finemente e spicchi di limone… oppure con un bel curry di patate…

26
Ago
06

Seitan Vindaloo

Seitan Vindaloo

E dopo il successo di visite e commenti della ricetta per l’ultimo Blog-appétit torno finalmente ad accontentare tutti i miei cari amici vegetariani che frequentano questo blog! Sono passati ben 22 giorni dalla mia ultima ricetta vegetariana (dolci esclusi ovviamente) ed è giunto il momento di porre rimedio a questa mancanza…
Uno dei miei piatti preferiti della cucina indiana (o meglio: della cucina che si gusta nei ristoranti indiani in Italia) è il montone Vindaloo che è inverosimilmente piccante ma anche una delizia al palato. Il Vindaloo è una specialità indiana piccante in cui gli ingredienti vengono prima marinati e poi cucinati e per la quale si possono usare diversi tipi di carne. Volendo riproporre la stessa esperienza in un piatto vegetariano ho cercato di donare gli stessi sapori ad uno spezzatino di Seitan (per la cui preparazione, se volete provare a farlo in casa, vi rimando a quest’altro post). Ho ridotto leggermente la dose di piccante perché la mia ragazza non ha la mia stessa resistenza al peperoncino, anche se se la cava benissimo, e ho cambiato alcuni ingredienti rispetto ai piatti Vindaloo che ho trovato online per adattarli al gusto e alla consistenza del seitan…

  • 400g di Seitan
  • 1 grossa carota
  • 50g di burro
  • 3 cucchiai di aceto di mele
  • 2 cucchiai di coriandolo in polvere (io avevo i semi e li ho dovuti pestare nel mortaio per dieci minuti prima di ottenere la polvere della giusta consistenza)
  • 1 cucchiaio di peperoncino rosso in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere (va bene anche lo zafferano)
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 pizzico di semi di finocchio
  • sale

Preparate questo piatto con largo anticipo perché dovrà marinare per circa 5 ore…
Mescolate in una ciotola tutte le spezie con l’aceto e la carota tritata molto finemente. Tagliate il seitan a tocchetti e mescolatelo bene nella ciotola con la marinatura, coprite con della pellicola trasparente e lasciatelo stare lì per 5 ore (minimo).
Trascorso questo tempo sciogliete il burro in un tegame e mettete a cuocere il seitan con tutta la sua marinata. Dopo un paio di minuti aggiungete un bicchiere d’acqua calda e il sale, quindi coprite il tegame e lasciate cuocere per una buona mezz’ora fino a quando la salsa si sarà asciugata. In alcune preparazioni di carne il piatto viene lasciato piuttosto liquido ma siccome il seitan tende ad impregnarsi ho preferito far ritirare la salsa; se vorrete fare un tentativo lasciando più liquido poi fatemi sapere com’è andata…
Togliete dal fuoco e servite ben caldo con del riso Basmati (ovviamente), magari insaporito con curry e foglie di limone…




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 2 years ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare