Posts Tagged ‘emmental

20
Lug
09

Torta dell’ortolano

Torta dell'ortolano

Si potrebbe anche definire “la ricetta dello svogliato” vista la difficoltà della ricetta: perfino la sfoglia questa volta non è fatta in casa ma comprata!
In realtà questa è una ricetta decisamente versatile e adatta a qualsiasi occasione ed a qualsiasi stagione: è buona calda appena sfornata come piatto invernale ed è eccellente fredda in estate, anche come piatto da portarsi in giro tra picnic nei boschi o in spiaggia. In più può anche essere un’ottima soluzione se vi trovate alla fine della settimana con un po’ di avanzi misti.
Ovviamente il risultato migliore lo ottenete usando verdure fresche di stagione, magari bio, ed ingredienti freschissimi (oltre che preparandovi da voi la sfoglia) ma in ogni caso questa è davvero una ricetta alla portata di tutti, di tutte le tasche e di tutte le dispense. E con tutti ‘sti colori fa pure un gran figurone al centro della tavola! 🙂

  • 400gr di pasta sfoglia
  • 1kg di verdure miste di stagione (qui: zucchine, peperoni, patate, carote, piselli)
  • 50gr di parmigiano grattugiato
  • 50gr di formaggio (a piacere: emmental, scamorza, provolone… quello che preferite)
  • 2 uova
  • 1 bicchiere di latte freddo
  • spezie (anche in questo caso a piacere… qui: zenzero e peperoncino)
  • sale
  • olio extravergine

Ovviamente pulite bene e lavate le verdure, quindi stufatele in un grosso tegame (tipo un wok) con poco olio e senza aggiungere acqua finché non saranno cotte e croccanti. Regolate di sale ed insaporite con le spezie durante la cottura e al termine lasciate intiepidire appena un po’.
Sbattete in una ciotola le uova con il sale ed il parmigiano poi aggiungete il latte. Versate il liquido sulle verdure e mescolate delicatamente. Da ultimo, aggiungete il formaggio.
Accendete il forno a 170°C. Sistemate la sfoglia su una teglia ben unta (oppure rivestita di carta da forno) e versateci il composto di uova e verdure. Cuocete in forno per 35-40 minuti e quindi decidete voi se servire la torta calda o se aspettare che si raffreddi (è ottima anche il giorno dopo).

13
Set
07

Mini panzerotti di sfoglia ai peperoni

Panzerotti ai peperoni

Mi sono ritrovato con della sfoglia pronta in frigorifero comprata per fare un’altra ricetta però poi mi sono dimenticato di comprare gli altri ingredienti che mi servivano e ormai la sfoglia stava per scadere… panico! Per fortuna avevo da parte questa ricettina e soprattutto avevo in casa gli ingredienti giusti… altrimenti ne avrei fatta senz’altro un’altra! Ma che simpaticone! Che burlone!
OK basta così. Mi sono lasciato prendere dall’allegria dei colori di questa foto e ho cominciato a straparlare… Rientriamo nei ranghi della brava massaia food-blogger e andiamo a presentare il piatto:

  • 250gr di pasta sfoglia stesa (come altre volte, mi sono servito della roba già pronta della Buitoni)
  • mezzo peperone rosso (medio-piccolo)
  • 50gr di formaggio tipo Emmental
  • 1 uovo
  • 1/2 scalogno
  • 1 cucchiaino di timo tritato
  • olio extravergine
  • sale

Cominciate col tagliare a dadini il formaggio e il mezzo peperone poi sbattete l’uovo. In un tegame fate appassire lo scalogno tritato in un cucchiaio abbondante di olio extravergine, quindi unite il peperone e cuocete per 7-8 minuti a fuoco medio.
Stendete la sfoglia sul piano leggermente infarinato e con un tagliapasta da 8cm di diametro ricavate 12 dischi (ci dovrebbero entrare precisi se non distanziate troppo i fori), spennellateli con l’uovo e distribuite il peperone su metà di essi. Aggiungete quindi il formaggio, il timo e l’uovo sbattuto (a cucchiaini e solo quanto basta) quindi salate e sovrapponete i dischi rimasti vuoti saldando bene i bordi con i rebbi di una forchetta.
Spennellate anche la superficie con l’uovo rimasto e cuocete in forno a 180°C per circa 10 minuti.

OK ammetto che per la foto ho fatto un po’ il furbo: ne ho aperto uno in mezzo e ho aggiunto un po’ di peperone avanzato per fare scena… però è meglio così che non il panzerotto chiuso, no?

08
Gen
07

Crostata ai formaggi

Crostata ai formaggi

Sono finite le feste! L’avrete sentito dire un miliardo di volte in questi giorni, ma effettivamente “l’Epifania tutte le feste le porta via”. E meno male, aggiungo io: in queste ultime due settimane il mio già non invidiabile peso forma (più che altro “sforma”) è aumentato considerevolmente! Merito anche di alcune ricette presenti nel blog che sono state riproposte in vari pasti da Natale a oggi e merito anche della deliziosa cucina di parenti e amici (e per due di loro poi ci sarà una sorpresa a breve su questo blog).
Tra uno di questi pasti luculliani e l’altro non è che avessimo poi troppa voglia di cucinare, anzi siamo andati avanti a insalate depurative e avanzi, quindi vi deluderò un po’ dicendovi che non ci saranno massicci aggiornamenti con la fine delle festività. Mi sono preparato però per darmi da fare tra i fornelli nei prossimi giorni e spero perciò di poter riprendere un buon ritmo e regalarvi altre delizie al più presto.
Prima di descrivervi la ricettina di oggi però lasciatemi ancora un momento per ringraziare tutti i nuovi “adepti” de La Cuisine de Fabien che sono stati così gentili da lasciare un messaggio di auguri nel post precedente. Se mi sono impegnato per scovare cose nuove da preparare prossimamente è anche per voi, quindi grazie di cuore!
Ed ora è giunto il momento di andare a declamare la ricetta di questa crostata ai formaggi che ha fatto la sua bella e porca figura in una delle cene che già ho citato… le dosi sono per una teglia da 23cm (circa 6 persone):

  • 6 fogli di pasta fillo
  • 60gr di burro fuso
  • 40gr di emmenthal grattugiato
  • 70gr di provolone dolce grattugiato
  • 70gr di fontina valdostana DOP
  • 3 uova
  • 125ml di latte
  • 185ml di panna da cucina
  • 2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere

Prendete un foglio di pasta fillo e stendetelo sulla teglia precedentemente unta (o nello stampo in silicone come ho fatto io, ma non è che tutti possono averne uno in casa…), quindi spennellatelo di burro fuso. Coprite il primo foglio con un secondo e spennellatelo e procedete così fino al termine della pasta fillo (se avete i fogli quadrati o rettangolari, vi consiglio ad ogni strato di ruotarli leggermente in modo da formare una specie di stella… serve solamente ad avere gli strati più uniformi). Ripiegate sulla tegli i lembi sporgenti e tagliate la pasta in eccesso. Questa operazione è necessario farla prima se si usa la pasta fillo (mentre potete farla dopo la cottura se usate una semplice sfoglia) per evitare di cospargere pezzetti di pasta fillo cotta per tutta la cucina… purtroppo l’ho capito solo dopo…
A questo punto andiamo a preparare il ripieno. Sbattete leggermente le uova in una capiente terrina e aggiungete uno per volta tutti gli altri ingredienti mescolando bene. Versate il tutto nella teglia e livellatelo se fosse troppo denso. Quindi cuocete la crostata in forno a 180° per circa 35 minuti fino a che il ripieno risulterà ben colorito.

Come spesso accade con crostate e torte salate, il piatto si presta ad essere mangiato anche freddo e infatti ha fatto bella mostra di sé anche nel pranzo del giorno dopo, hehehe…

17
Giu
06

Lasagnetta al Brie e zucchine, fiori di zucca ripieni e patate duchesse

Lasagnetta, fiori e patate

È passata una settimana senza ricette di particolare rilievo ma oggi avevo deciso di rifarmi! La cena (per due, al solito) è stata un po’ più abbondante di quello che si vede ma avevo delle necessità di composizione per la foto, hehehe…
Andiamo con ordine… Partiamo dalla lasagnetta:

  • 20g farina 00
  • 80g semola di grano duro
  • 3 zucchine medie
  • 100ml panna da cucina
  • 50g Brie
  • 50g Emmental
  • sale, pepe, zenzero, olio e acqua

Si parte con il preparare la pasta, senza uova in questo caso, mescolando farina e semola e impastando con un cucchiaio d’olio, sale e acqua quanto basta per ottenere una pasta elastica e liscia. Fatela riposare mezz’ora in un canovaccio e poi stendetela molto fine, meglio se con l’aiuto di una macchina apposita.
Tagliate le zucchine a metà nel senso della larghezza e poi a listerelle nel senso della lunghezza. Saltatele circa 10 minuti in padella con una noce di burro e due cucchiai d’olio condendole soltanto con sale e pepe bianco.
A parte preparate la salsa unendo i formaggi tagliati a dadi con la panna e un pizzico di sale e di zenzero e fecendo fondere il tutto per qualche minuto finché risulterà cremoso.
Tagliate quindi la pasta a dischi di circa 8cm di diametro con l’aiuto di un coppapasta e fatela sbollentare, anche qui con un cucchiaio d’olio, per 3-4 minuti.
Componete la lasagnetta facendo strati di pasta, zucchine e formaggio (in questa sequenza) e chiudendo il tutto con un disco di pasta. A piacere passare un filo d’olio extravergine.

Lasagnetta, Fiori e Patate

Fiori e patate:
8 fiori di zucca
3 patate medie (meglio se Bintjie)
2 uova
1 cucchiaio di grana grattugiato
pangrattato, paprika, sale

Pulite i fiori eliminando il pistillo, fate attenzione a non rompere il fiore o più tardi vi ritroverete il ripieno in giro per la padella (io ho usato la pinza-spaghetto), e tagliando l’eventuale gambo in eccesso. Sbucciate e tagliate a cubetti le patate e mettetele a lessare in acqua salata. Una volta pronte, passatele allo schiacciapatate e unite 1 uovo, il grana, sale e paprika.
Riempite una tasca da pasticciere con il composto e usatela per inserire il ripieno nei fiori. Ciò che avanza lo userete per le patate duchesse.
Passate i fiori ripieni nel secondo uovo sbattuto e quindi nel pangrattato che dovrà ricoprirli interamente (per ottenere un’impanatura più rustica potete usare anche la farina da polenta mescolata al pangrattato). Friggeteli a 2-3 per volta sdraiandoli in un tegame con olio extravergine.
Per un ripieno più soffice è possibile dividere l’uovo mescolando prima il tuorlo e poi il bianco montato a neve ferma.
Riprendete in mano la tasca da pasticciere con il composto di patate e, usando una bocchetta rigata, create sulla placca da forno unta delle spirali partendo dall’esterno e andando verso l’interno e verso l’alto. Fate tanti mucchietti senza preoccuparvi di distanziarli troppo poiché l’impasto è abbastanza duro e non si appiattirà durante la cottura. Spennellateli con olio e cuoceteli in forno a 200° per 15-20 minuti. Dovranno risultare cotte e croccanti fuori e morbide dentro.

Non vi resta che mangiare! 🙂

08
Mag
06

Tortino di patate

Tortino di patate

Ed eccoci finalmente ad un ottimo secondo. La ricetta originale si trovava su un vecchio libro di ricette vegetariane che ho riadattata secondo il mio gusto personale. Voi stessi potrete apportare tutte le varianti che volete perché la ricetta si presta davvero ad infinite modifiche. Siccome però quando cucino vado molto a occhio senza stare a misurare esattamente tutti gli ingredienti, le dosi ve le fornisco in base alla ricetta originale… Quindi, per 4-6 persone:

  • 8 patate medie
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio schiacciato
  • 1/2 cucchiaino di pepe macinato
  • 200g di pangrattato
  • 125g di emmental grattugiato
  • 50g di parmigiano grattugiato

Nella mia variante, al posto dell’emmental c’è il pecorino (quello che preferite, ma secondo me ce ne sta bene uno dal sapore forte) e in più ci sono
1/2 cucchiaino di paprika
1 cucchiaino di prezzemolo tritato

e ho eliminato del tutto l’aglio.

Portate il forno a 180°; ungete uno stampo a cerniera (circa 20cm di diametro) e rivestitelo con carta da forno.
Sbucciate le patate e affettatele sottili (inutile dire che io ho usato l’apposito attrezzo del mio Ovatio 2).
Fate insaporire pepe, paprika, prezzemolo e un pizzico di sale nell’olio. Distribuite nella teglia le fettine di patate, leggermente sovrapposte e spennellatele con l’olio aromatizzato. Alternate gli strati di patate e olio con spolverizzate di formaggi e pangrattato e proseguite fino al termine degli ingredienti (terminando con pangrattato e formaggi per ottenere la gratinatura in forno). Infornate e cuocete per circa un’ora.

Come vi dicevo, la ricetta si presta a infinite varianti: con prosciutto arrosto e fontina, con altri formaggi, con lo speck, ecc… Tutto sta alla vostra fantasia.
E buon appetito!




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 2 years ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare