Posts Tagged ‘lime

12
Mag
09

Muffin al cocco e pepe di Sichuan con sciroppo al lime

Muffin al cocco e pepe di Sichuan

Un anno fa, esattamente il 12 maggio 2008, un terremoto devastante ha spezzato oltre 70.000 vite nella provincia cinese del Sichuan. Oggi siamo ancora, purtroppo, a trattare da vicino il tema dei terremoti a causa di quanto è successo in Abruzzo poco più di un mese fa ed in qualche modo con questo post voglio lasciare anch’io un contributo che serva a futura memoria, seppure utilizzando un argomento decisamente più frivolo…
Il pepe di Sichuan prende appunto il nome dalla stessa provincia cinese di cui sopra ed anche se porta questo nome non si tratta di una bacca di pepe vera e propria ed infatti rispetto al vero pepe non si usa il seme interno della bacca ma solo il guscio che la contiene (in Giappone utilizzano anche le foglie della pianta –kinome-). Nella foto potete vedere come si presenta.
Proprio per il suo aroma di limone, si presta benissimo alla ricetta di oggi (riadattata da una ricetta tratta da “Sale e Pepe” di Jody Vassallo, Guido Tommasi Editore).

  • 125gr di burro a temperatura ambiente
  • 250gr di zucchero (per il muffin)
  • 250gr di zucchero (per lo sciroppo)
  • 4 uova
  • 180gr di cocco essiccato (in polvere)
  • 125gr di farina
  • 2 cucchiaini di pepe di Sichuan
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato
  • 2 lime

Sbattete il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto morbido, quindi incorporate la scorza di un lime ed il pepe. Aggiungete le uova, una alla volta, avendo cura di amalgamarle bene ad ogni aggiunta e successivamente unite il cocco e la farina. Mescolate il tutto e dividete il composto nella teglia da muffin. Infornate a 160°C per una buona mezz’ora.
A parte preparate lo sciroppo. Versate lo zucchero in 250ml di acqua fredda e aggiungete la scorza del lime rimasto ed il succo di entrambi. A fuoco dolce mescolate fino a far sciogliere lo zucchero quindi fate sobbollire per 5 minuti finché lo sciroppo non si ispessisce. Con lo sciroppo nappate i muffin appena sfornati e serviteli caldi.

Mi corre l’obbligo di aggiungere che questa ricetta fa parte di un menù completo (un percorso gastronomico avente come punto fermo proprio il pepe di Sichuan) che sto preparando da tempo immemore per Alessandro Frassica di ‘ino… ora che ho seriamente ripreso la mia attività di food-blogger prometto di completarlo al più presto.

21
Feb
07

Filetto di salmone speziato alla thailandese

Filetto di salmone speziato

Sarò onesto: non ho la più pallida idea se questo piatto abbia o meno un riferimento reale alla Thailandia, certo è che lo spunto l’ho preso da un libretto in edizione economica sulla cucina Thai ma poi l’ho rielaborato con quanto avevo in casa. Diciamo che ho fatto quello che potevo. L’importante ovviamente è il risultato e quello è stato centrato in pieno, nonostante non ci fossero in ballo gli ingredienti “super” della mia deriva slow-food delle ultime ricette. Questa volta quindi potete tranquillamente andare al supermercato sotto casa e comprarvi tutti gli ingredienti per creare questo piatto che sicuramente farà felici voi e tutti i vostri invitati…
Le mie proporzioni si riferiscono a un filetto di salmone da 300gr in una sola fetta, giudicate da voi come adattarle alle vostre esigenze.

  • 300gr di filetto di salmone con la pelle (all’incirca dovrebbero andare bene 150gr a persona)
  • 1 cucchiaio di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di coriandolo in polvere
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere, piccante o affumicato
  • 1 cucchiaio di succo di lime
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaino di pepe rosa in grani
  • 1 cucchiaino di pangrattato (fine)
  • 2 cucchiai di olio extravergine per la cottura

La preparazione è breve e semplice. Amalgamante tutti gli ingredienti, escluso il pesce, e mescolate bene. Adagiate il salmone su un piatto ampio, non metallico, e versate il composto sulla polpa dei filetti coprendoli bene quindi coprite il piatto con la pellicola e lasciate marinare in frigorifero per almeno mezz’ora.
Scaldate a fiamma alta un tegame dal fondo spesso (è fondamentale il fondo spesso per evitare che il pesce si appiccichi al fondo del tegame, in alternativa si può preparare questo piatto anche su una griglia ben solida) poi appoggiate il filetto sul tegame con la pelle rivolta verso il basso e lasciatelo cuocere così per 5-6 minuti senza rigirarlo. Se le fette sono troppo alte, dopo i primi due minuti coprite il tegame giusto un paio di minuti e terminate poi la cottura senza coperchio. Al termine si dovrà essere formata una crosticina sotto al salmone che vi permetterà di degustare facilmente la polpa che si staccherà al solo contatto delle vostre forchette!

Nella mia presentazione sono presenti dei filetti di peperone rosso (piccanti) che si sono sposati benissimo al pesce, ma potete accompagnarlo con riso bollito e verdure saltate se volete dargli un aspetto ancor più Thai…

22
Ago
06

Coppette di anguria in sciroppo di zenzero

Anguria allo zenzero

Nell’attesa della ricetta a base di sardine e pomodori per il concorso di domani di Blog-Appétit vi propongo di rinfrescarvi, semmai ce ne fosse bisogno, con una ricettina che ho rubato da un fascicolo uscito in edicola qualche settimana fa. L’accostamento mi aveva attratto da subito ma, complici le ferie, ho dovuto aspettare fino ad ora per poterlo provare. Il risultato è stato eccezionale: rinfrescante ed energizzante al tempo stesso e sicuramente un ottima proposta per terminare un pasto, magari orientaleggiante, in cui avete già gustato pietanze a base di spezie.
La ricetta che vi riporto è quella per 4 persone apparsa sul fascicolo, visto che quella che ho preparato io si è basata essenzialmente sul caso essendo andato a occhio dato che mi ha fatto fatica mettermi a pesare la polpa del cocomero… mea culpa, ma ho fatto tutto di fretta prima di uscire…

  • 1kg di polpa di anguria
  • 30g di zenzero fresco
  • 100g di zucchero
  • succo di 1 lime

Raschiate la pelle dalla radice di zenzero e poi tagliate quest’ultima a julienne molto sottile. In un pentolino mettete quindi lo zenzero (lasciatene da parte un cucchiaio), lo zucchero, il succo di lime e 2dl di acqua. Mescolate e fate cuocere a fuoco dolce fino a che avrete ottenuto uno sciroppo più o meno denso a seconda del vostro gusto personale. Spegnete, filtrate e fate raffreddare.
Private l’anguria dei semi con la punta di un coltello e poi tagliatela a cubetti di circa 2cm di lato. Mettete i cubetti in una ciotola, versatevi sopra lo sciroppo e mescolate delicatamente per fare insaporire. Coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciatela raffreddare in frigo per un paio d’ore.
Trascorse le due ore, quando finalmente avrete degustato il vostro sublime pasto in dolce compagnia, suddividete l’anguria in coppette individuali e bagnatela con la salsina che si sarà formata sul fondo della ciotola. Utilizzate quindi lo zenzero tenuto da parte per decorare.

E così ho pure usato i miei nuovi bicchieri di vetro nero comprati all’Ikea…

20
Ago
06

Rotoli di salmone con cous-cous al lime e zucchine in salsa al pepe rosa

Rotolini di salmone

Una cosa rara nel mio blog sono le ricette in cui non vi sia cottura. Nonostante le temperature siano appena un po’ scese sentivo comunque il bisogno di qualcosa di fresco, ma soprattutto avevo la necessità di fare qualche test prima di partecipare con una mia ricetta alla nona edizione dello speciale di Blog Appétit. Gli esperimenti sono andati a buon fine e quindi nella ricetta del 23 dovrei riuscire a fare la mia bella figura in concorso anche se questo vorrà dire pubblicare di seguito due piatti abbastanza simili tra loro… Vabbè, l’importante è il risultato (e con tutte le mie scuse ai cari amici vegetariani, che tornerò ad accontentare quanto prima).

  • 100g di carpaccio di salmone in una sola fetta
  • 2 zucchine medie
  • mezza tazza di cous-cous
  • il succo di 3 lime (2+1)
  • 4 cucchiai d’olio
  • foglie di menta
  • burro, sale, pepe e bacche di pepe rosa

Tagliate a julienne molto sottile le zucchine e mettetele in una ciotola. Spremete i lime e usate il succo di due di essi per fare un’emulsione con l’olio, la menta, il sale e il pepe. Condite le zucchine, coprite con pellicola trasparente e mettete a riposare per almeno mezz’ora in frigorifero. Con il succo del terzo lime fate marinare per lo stesso tempo la fetta di salmone.
Mettete il cous-cous in una ciotola e copritelo con acqua bollente (che il cous-cous dovrà assorbire per raddoppiare di volume).
Trascorsa la mezz’ora unite le zucchine marinate al cous-cous e mescolate per insaporire. Adagiate sulla fetta di salmone e arrotolate, quindi tagliate il “salsicciotto” in 3 tronconi e disponeteli sul piatto. In un pentolino fate fondere una noce di burro con un cucchiaino di pepe rosa che avrete schiacciato col dorso di una lama di coltello… Versate sui rotoli e servite.

06
Ago
06

Rimandati a settembre (Budino al Lime)

Budino al Lime

Il titolo del post quasi scontato si presta ad una doppia interpretazione: la prima che riguarda evidentemente una nuova pausa nella gestione di questo blog dovuta ad un altro periodo di ferie; la seconda invece riguarda la ricetta vera e propria che non è riuscita bene come sarebbe dovuto avvenire. Per quanto buono e fresco, il budino si è purtroppo sformato al momento di rigirarlo nel piatto ed è rimasto un po’ troppo dolce e poco caramellato rispetto a quello che ci si aspettava. Del resto non è che posso avere tutte le volte la fortuna di tirar fuori dal cilindro piatti ben riusciti anche al primo tentativo…
E sì che avevo praticamente seguito alla lettera una ricetta de “Il Cucchiaio D’Argento: Estate”. Dosi per 4/6 persone:

  • 1dl di succo di lime (ne ho spremuti 4 per fare 1dl)
  • 300g zucchero
  • 5 uova
  • 1/2 tazza d’acqua calda

Preparate il caramello unendo 100g di zucchero con l’acqua calda e cuocendo a fiamma bassa finché lo zucchero sarà color oro e filante. Versatelo in uno stampo da budino in modo da coprirne il fondo e le pareti.
In una casseruola sbattete le uova con il resto dello zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Diluitelo con il succo di lime, mescolate e versate il composto nello stampo caramellato. Cuocete a bagnomaria per un’ora stando attenti a non far bollire l’acqua. Lasciate raffreddare e sformate il budino sul piatto da portata. A piacere decorate con bucce di lime tagliate con un rigalimoni…

Ora speriamo che questa nuova pausa vacanziera mi restituisca il “tocco” del cuoco… A presto!

24
Giu
06

Variazioni sul tema: Basilico

Basilico

“Anto’, fa caldo”…
Questa settimana è iniziato il vero caldo estivo ed io lo soffro tantissimo… La mia cucina poi non è che sia adattissima all’estate perché tendo a preparare piatti pesanti e con intingoli vari (e infatti ho preparato un paio di piatti assai buoni, curry di ceci con riso al cumino e melanzana con patate al Berberé, che però pubblicherò nel prossimo autunno se ci saranno settimane povere di nuovi post… hehe, mi sono messo avanti).
Assai più adatto a questo clima è il basilico, con il quale ho preparato qualche piattino leggero per affrontare il caldo. I garganelli con zucchine, basilico e menta; le classiche trenette al pesto; il melone al lime e basilico.

– Trenette al pesto.
Iniziamo dal classico dei classici ovvero il pesto, per il quale sarebbero fondamentali gli ingredienti prodotti nella zona del genovese (in particolare l’olio e il basilico) ma lo sono altrettanto anche le proporzioni, per cui se non avete i primi almeno cercate di avvicinarvi ai secondi. Non pretendo di proporvi il pesto migliore del mondo, ma a me ha dato grosse soddisfazioni 🙂
1 mazzetto di basilico (circa 40-50 foglie)
mezzo bicchiere abbondante di olio
3 cucchiai di grana
3 cucchiai di pecorino (quello che ho usato era bello stagionato)
1 spicchio d’aglio (facoltativo visto che c’è chi non lo sopporta)
1 cucchiaio di pinoli
sale grosso q.b.

Pestate in un mortaio di marmo dapprima l’aglio con il sale e poi le foglie finché non si produrrà un liquido verde brillante (abbiate pazienza), quindi aggiungete i pinoli, poi i formaggi e infine l’olio a filo. Il consiglio è di lavorare il tutto abbastanza velocemente per evitare problemi di ossidazione (così dice il Consorzio del Pesto)… L’alternativa? Buttate tutto nel mixer e via. 😛
Cuocete le trenette e versatevi sopra il pesto.

– Garganelli alle zucchine con menta e basilico.
3 zucchine
1 rametto di menta
4-5 foglie di basilico
sale e pepe

Questa ricetta è semplicissima… Tagliate le zucchine come preferite (a rondelle, a dadolini, a bastoncini…) e saltatele in padella con olio e sale. A fine cottura aggiungete la menta e il basilico e saltate nella padella la pasta che avrete cotto in acqua bollente salata. Fine.

– Palline di melone al lime e basilico.

Palline di melone al basilico

1 melone retato
2 lime
un cucchiaio di olio extravergine (da quello che ho letto in giro il Pianogrillo sarebbe l’ideale, ma ancora non l’ho ordinato…)
4-5 fogli di basilico
1 rametto di menta (facoltativo)

Tagliate a metà il melone e ricavate delle palline dalla polpa usando l’attrezzo per il gelato. Preparate un’emulsione frullando (io ho usato il frullatore a immersione) il succo dei lime, l’olio e le erbe e versatela a specchio nel piatto. Componete il piatto adagiando le palline sulla salsina e guarnite con la scorza del lime. Ottimo soprattutto come antipasto ma anche a fine pasto.

E ricordatevi che i miei ingredienti sono quasi sempre per due persone…




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 1 year ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 2 years ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

La Cuisine de Fabien su Facebook

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare