Posts Tagged ‘noci

08
Mar
10

Due primi rapidissimi con le erbette

Premessa: Per la giornata di oggi avevo pensato di offrire un dolce a tutte le lettrici di questo blog… poi dopo aver visto alcuni servizi sui TG relativi all’8 Marzo ho pensato che sarebbero stati un simbolo più forte questi due piatti molto semplici ma anche molto rapidi: un modo un po’ velato di “liberare” tutte le donne dalla schiavitù della cucina. Questo perché ho sentito donne intervistate dai giornalisti dichiararsi felicissime di poter andare ad assistere agli spogliarelli maschili con le amiche, uomini rispondere con machismo che non avevano bisogno di regalare la mimosa oggi perché idealmente la regalano 365 giorni all’anno (e chissà se per ‘sta gente esistono ancora le mezze stagioni), donne che al pensiero della mimosa preferivano un bel regalo prezioso o altre simili oscenità…
L’8 Marzo, e mi dispiace dover essere io -un uomo- a ricordarlo ad alcune donne, rappresenta una conquista sociale e politica importantissima e simboleggia la vittoria, neppure definitiva, contro discriminazioni e violenze. C’è voluta una risoluzione dell’ONU nel 1977 perché si riconoscesse a livello internazionale l’importanza di questa giornata e dopo solo 30 anni vi siete ridotte ad esaltarvi urlanti davanti ad uno sconosciuto in tanga su un palco? Confesso che lo ritengo un po’ avvilente (e non perché mi ritenga in qualche modo migliore di quello lì col tanga).
Per questo ho scelto di non cadere nell’ovvietà del dolce e per questo vi chiedo, prima di proseguire con la ricetta, di soffermarvi un attimo a leggere la pagina di Wikipedia dedicata alla Giornata Internazionale della Donna. Fatelo per voi stesse, non per me. Con i miei più sinceri auguri.

Continua a leggere ‘Due primi rapidissimi con le erbette’

Annunci
25
Feb
08

Pasta al forno con asparagi, scamorza e noci

Pasta al forno con asparagi, scamorza e noci

E interrompiamo la sequenza di piatti dolci con questo piatto di pasta al forno (tranquilli, ho già un altro dolcino pronto per la pubblicazione). L’idea è nata da una ricetta che ho trovato sull’ultimo Sale&Pepe a corredo di una pubblicità ma alla fine l’ho modificata talmente che è diventata una mia ricetta originale… Il risultato è stato ottimo, ma magari sono poco obiettivo perché in generale la pasta al forno mi piace moltissimo, che si tratti di lasagna, crespella o pasta.
L’unica cosa sulla quale rimango un po’ perplesso è il risultato della foto perché non avevo molto bene in mente come fotografare il piatto e alla fine non sono proprio soddisfattissimo. Per fortuna però questo è un blog di cucina e non di fotografia (nonostante i graditissimi premi), e in questo ambito è stato senz’altro un successo.
Le proporzioni in questo caso sono per sole due persone…

  • 180gr di pasta corta (penne, sedani, ecc.)
  • 200gr di punte asparagi
  • 4 scamorzine affumicate
  • 6-7 gherigli di noce
  • 1 bicchiere di latte fresco
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • qualche pezzetto di pane secco
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • farina e burro q.b. (per la besciamella)
  • sale e pepe

Pulite e lessate gli asparagi, quindi sminuzzate i gambi e tenete da parte le estremità delle punte.
Preparate una leggera besciamella con il latte, il burro e la farina. Dopo 5-6 minuti di cottura unite le scamorze tagliate finissime e il parmigiano grattugiato e portate a bollore, quindi levate dal fuoco e regolate di sale e pepe (bianco) e unite lo zenzero.
Lessate la pasta e scolatela dopo metà cottura (per esempio, con i sedani che cuociono in 12 minuti teneteli sul fuoco per 6 minuti). Mescolate la pasta con i gambi degli asparagi e versate il tutto in una teglia precedentemente imburrata. Coprite con la besciamella alla scamorza.
Tritate insieme i gherigli di noce con il pane secco e cospargete il piatto con questo trito, infine terminate con le punte di asparagi che avete tenuto da parte. Infornate per 20 minuti a 180° controllando spesso la gratinatura per evitare di bruciarla.
Servite caldo.

20
Set
07

Gran piatto giallo di fine estate

Pappardelle coi gallinacci

E siamo arrivati di nuovo alla fine dell’estate! Purtroppo il sole e il caldo sono già un vago ricordo, almeno qui a Firenze, e quindi mi pareva necessario provare a riassaporarli con un piatto sperando che magari sentano il richiamo e si ripropongano entrambi al più presto (soprattutto considerando che dovrei andare a fare un servizio fotografico questo lunedì…).
È buffo perché esattamente un anno fa vi avevo proposto un’altra ricetta con i funghi (ma allora avevo da combattere con i problemi ai denti)… Ma forse lo considero singolare soltanto perché ormai non siamo più abituati a cucinare ingredienti legati ad una specifica stagione perché bene o male si trova tutto in ogni periodo dell’anno e non è neanche più vero che i prodotti di stagione costano meno (purtroppo). Per quelli però che, come me, sono un po’ “vecchia scuola” è sempre un piacere gustare un prodotto quando è stato colto da pochissimo e non conservato in celle frigorifere per mesi: nonostante tutto, la differenza si sente.
Ma lasciamo perdere le digressioni sentimental-culinarie e vediamo di passare alla ricetta, che tanto lo so che siete tutti qui solo per questo… 🙂
A occhio, le proporzioni sono per 3 persone.

  • 250gr di pappardelle all’uovo (fatevele in casa se potete, ricette per la pasta fresca si trovano a bizzeffe su Google)
  • 350gr di funghi gallinacci
  • 1dl di panna
  • una bustina di zafferano in polvere
  • 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
  • sale, pepe e olio extravergine di oliva
  • a piacere, qualche noce freschissima

Iniziate per tempo a preparare la ricetta perché la pulizia dei funghi vi porterà via qualche minuto in più del solito (gli champignon sono più lisci e si puliscono assai più facilmente, uff)…
In un tegame scaldate 2-3 cucchiai di olio e saltateci i funghi interi per qualche minuto facendogli perdere la loro acqua e fino ad ammorbidirli. Se l’acqua prodotta dai funghi non fosse abbastanza aggiungete appena un po’ di brodo vegetale.
Prendete 2/3 dei funghi e passateli al mixer insieme alla panna fino ad ottenere una crema un po’ granulosa. Il colore non sarà bellissimo ma non preoccupatevi… Ripassate la crema nel tegame con i funghi rimasti e aggiungete subito lo zafferano, mescolando bene in modo da colorare bene tutto il sugo. Infine regolate di sale e di pepe (bianco). Mi raccomando di non far ritirare troppo il sugo lasciandolo a lungo sul fuoco perché per riallungarlo dovreste aggiungere altra panna e non vorrei che vi venisse fuori un piatto troppo pesante… Mica vi voglio sulla coscienza io!
Fate cuocere le pappardelle e saltatele velocemente nel tegame con il sugo di funghi, quindi servite con una bella sventagliata di prezzemolo fresco e qualche gheriglio di noce fresca (opzionale).




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare



Annunci