Posts Tagged ‘rosmarino

17
Ott
11

Veggie Shepherd’s Pie

Veggie Shepherd's Pie

Oh che emozione: il mio primo post sul mio nuovo MacBook Air e il mio primo post da Londra!
ūüėÄ
In realt√† questa ricetta era stata promessa ai fan su Facebook gi√† da molti mesi, credo fosse Maggio, quando postai un foto-indovinello durante la preparazione… Mi dispiace soddisfare la curiosit√† con cos√¨ tanto ritardo ma a quanto pare invece adesso la ricetta mi casca proprio a fagiuolo, hehe.¬†Oltretutto stanotte qui erano tipo 2-3¬įC, quindi mi ci vuole ‘sto bel piatto caldo!

Continua a leggere ‘Veggie Shepherd’s Pie’

Annunci
24
Set
07

Pizzoccheri in crema di ceci

Pizzoccheri

I pizzoccheri sono un formato di pasta tipico della Valtellina realizzato con la farina di grano saraceno. Per le informazioni dettagliate su questo prodotto vi rimando alla pagina di Wikipedia, mentre per la ricetta tipica dei pizzoccheri alla Valtellinese il link è a GialloZafferano.
C’√® sicuramente qualcuno di voi che si metter√† di buzzo buono a prepararseli in casa, e ha tutta la mia ammirazione per questo, ma un po’ perch√© non ho pi√Ļ il fisico e un po’ perch√© mi si √® sciupata la macchina per stendere la pasta ho permesso alla confezione di pizzoccheri sullo scaffale del supermercato di sedurmi e conquistarmi senza opporre troppe resistenze… Magari non √® proprio un piatto adattissimo al clima attuale visto che il sole ha esaudito le mie richieste (vedi ricetta precedente) ed √® tornato a scaldare la mia citt√†, ma ormai li avevo comprati e dovevo pur cucinarli!
Per come sono realizzati, i pizzoccheri si prestano benissimo a piatti un po’ rustici e quindi, da buon toscano, non ho trovato di meglio che affiancargli degli ottimi legumi (in questo caso i ceci) e il risultato √® stato decisamente positivo.
Proporzioni per 4:

  • 200gr di pizzoccheri secchi
  • 300gr di ceci lessati (ve lo scrivo perch√© se li avete secchi dovete ricordarvi la sera prima di metterli in ammollo)
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • 2 bicchieri di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Mettete a scaldare in un tegame 1 cucchiaio di olio, versatevi i ceci e coprite con il brodo bollente. Unite anche il rosmarino e l’alloro (lasciateli pure interi, li leverete alla fine) e fate cuocere per un quarto d’ora circa a fuoco medio. Al termine frullate gran parte dei ceci e mettete quelli interi da parte.
Lessate i pizzoccheri. Un paio di minuti prima del termine della cottura scolateli e uniteli al passato di ceci regolando di sale e pepe quindi ripassateli nel tegame. Al momento di servire, disponete i pizzoccheri con la crema di ceci nelle singole scodelle, unite i ceci interi che avevate tenuto da parte e irrorate con l’olio rimasto e una generosa macinata di pepe.

14
Mar
07

Mezze penne con patate, taccole e crostini

Pasta con taccole e patate

Tanto per tornare a quello che doveva essere uno dei buoni propositi per il 2007, “(ri)scoprire sapori poco usati nella nostra cucina”, oggi ci siamo messi a preparare un semplice primo a base di taccole (che gi√† avevamo cucinato con il Seitan qualche tempo fa, ma che non usiamo cos√¨ spesso)… Per chi non lo sapesse, le taccole sono una variet√† di piselli di cui si mangia anche il baccello (tant’√® che si chiamano anche piselli mangiatutto).
Con il fatto che le temperature cominciano ad alzarsi (non che sia stato un inverno cos√¨ rigido) mi √® venuta voglia di questa insalata calda di pasta, resa un po’ pi√Ļ particolare per la presenza dei crostini di pane. Anche in questo caso, una ricetta facile e veloce… tanto per vedere se riesco a “disintossicarmi” dai prodotti slow-food usati in gran quantit√† da un mese a questa parte. Ma tanto so gi√† che sar√† una disintossicazione vana dato che gi√† domenica sar√≤ al Taste a degustare chiss√† quali prelibatezze…
Le dosi sono per un piatto abbondante per due persone, quasi un piatto unico:

  • 160gr di pasta
  • 120gr di patate
  • 80gr di taccole
  • 2 fette di pane da toast
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 peperoncini rossi essiccati
  • 2 cucchiai di grana grattugiato
  • sale e olio

Sbucciate le patate e tagliatele a dadini; togliete punte e filo alle taccole e dividetele in piccoli rombi. Lavate entrambe le verdure e mettetele in una pentola d’acqua salata (la stessa in cui cuocerete la pasta). Portate a bollore e unite la pasta.
Tagliate le fette di pane da toast a cubetti, scaldate mezzo bicchiere d’olio in una padella e friggetevi i cubetti un minuto circa. Scolateli con un mestolo e asciugateli su carta assorbente. Nello stesso olio in cui avete fritto il pane rosolate il rametto di rosmarino insieme ai peperoncini (aggiungete un paio di cucchiai d’olio se il pane ve ne ha assorbito troppo). Una volta insaporito togliete il rosmarino, scolate la pasta e le verdure e saltatele nella padella avendo cura di non disfare le patate usando troppa foga nel mescolare.
Trasferite la pasta nel piatto e servite subito guarnendo con il grana e i crostini di pane.

P.S. Non sono quasi mai soddisfatto delle mie fotografie ai piatti di pasta… eppure ci sar√† un modo per renderle pi√Ļ carine pur non facendole sembrare tutte uguali… uffa.

25
Lug
06

Crema fredda di patate al curry

Crema fredda di patate al curry

Sono finalmente tornato ad occuparmi dei miei cari amici vegetariani dopo la pausa a base di carne e l’ho fatto con una ricetta tratta da uno degli ultimi numeri di La Cucina Italiana che spesso e volentieri presenta valide idee da cui trarre ispirazione e che dal proprio sito organizza di tanto in tanto corsi e iniziative di una certa importanza. Proprio ai vegetariani e ai vegani √® dedicato il loro nuovo libro.
Visto che la ricetta √® tratta da una rivista sono anche in grado di consigliarvi il vino da abbinare, cosa che di solito riesco a fare per la mia evidente ignoranza nel campo (nel senso che ho dei vini che conosco bene e adoro ma non ho la competenza per scegliere, nell’ampia gamma dei prodotti vinicoli italiani, quello adatto ad ogni piatto), e quindi sappiate che La Cucina Italiana vi consiglia di abbinare un bianco giovane, secco, armonico e fragrante come il Breganze Sauvignon o come un Colli Etruschi Viterbese. Forse fino al Sauvignon ci arrivavo anche da solo…
Per la guarnizione del piatto ho optato per una dadolata di melanzane con basilico, pomodoro fresco a fette e focaccia al sesamo nero (appena comprato in Egitto); andranno comunque benissimo anche altre verdure come zucchine, peperoni, carote, ecc.

  • 3 grosse patate (circa 500g)
  • una piccola cipolla bianca
  • un rametto di rosmarino
  • curry (gi√† che avevo il sesamo nero ho usato il Berber√©)
  • olio e sale

Soffriggete in olio la cipolla tritata e insaporitevi le patate pelate e tagliate a cubetti (giusto per velocizzare la cottura). Unite il rosmarino, un bel pizzico di curry da dosare in base al vostro gusto e il sale; coprite con acqua (poco meno di mezzo litro) e fate cuocere per mezz’ora. Al termine frullate il tutto con il frullino a immersione o con il frullatore tradizionale per ottenere la crema. Ricordatevi di togliere il rametto di rosmarino prima di frullare… ūüôā
Versate nei piatti e guarnite con le verdure che avrete scelto.
Una cosa che non era indicata nella ricetta originale √® che magari sarebbe bene far riposare le patate al termine della cottura prima di frullarle per almeno due motivi: il primo √® che la ricetta √® quella di una crema fredda, la seconda √® che lasciarla freddare nel frullatore o nel piatto quando sia stata gi√† frullata avrebbe il solo risultato di farla rassodare e renderla troppo pastosa al palato. Meno male che ci avevo pensato prima…

22
Lug
06

Rotolini di vitello in crosta di lardo con salsa alla senape

Rotolini di Vitello

Siccome in questi giorni fa particolarmente freddo ho pensato di cucinare un piattino adatto a questo clima… Ovviamente √® una bischerata perch√© fa caldissimo, per√≤ non riesco ad andare avanti tutta un’estate con piattini freddi e leggeri a base di insalatone, risi freddi, taboul√©, ecc. Perdinci: le mie origini sono fiorentine e parigine, il che vuol dire che ho seria necessit√† di una cucina rustica e a base di salse e intingoli vari…
E comunque mi ci √® voluto del tempo per fare la foto per bene, quindi il piatto si √® raffreddato lo stesso… A parte le battute, se proprio volete segnarvi nei preferiti questa ricetta vi consiglio di aspettare quantomeno il mese di ottobre per prepararla…
Gli ingredienti sono per due, anche se poi mi sono mangiato tutto da me visto che non potevo chiedere alla mia ragazza vegetariana (che comunque era fuori a cena) di farmi compagnia nella degustazione. Anzi, a tutti i vegetariani consiglierei di abbandonare subito la lettura (cosa che credo abbiate comunque gi√† fatto appena vista la fotografia o letto il titolo del post)…

  • 200g di sottonoce di vitello (due fette da 100g)
  • 80g di lardo di Colonnata a fette
  • 60g di pancetta a fette
  • una manciata di rucola
  • un paio di funghi champignon
  • 1 uovo
  • un cucchiaio di grana grattugiato
  • due rametti di rosmarino
  • 1/3 bicchiere di panna liquida da cucina
  • 2 cucchiaini di senape
  • 1 cucchiaino di pepe verde fresco in grani
  • olio, sale e pepe

Sbattete l’uovo con il grana grattugiato e preparate una frittatina. Nel frattempo battete le fette di carne in modo da assottigliarle ed ammorbidirle. Sistemate sulle fettine la frittata, la pancetta, la rucola e i funghi tagliati a fette sottili. Arrotolate la carne in modo da creare un involtino che chiuderete con le fette di lardo e con degli stuzzicadenti o con dello spago da cucina. Rotolini di VitelloAdagiate gli involtini in un tegame con dell’olio (e uno spicchio d’aglio schiacciato se vi piace) e mettete un rametto di rosmarino sopra ad ognuno (se usate lo spago da cucina mettetecelo prima). Salate e pepate a piacere e fate cuocere una ventina di minuti a fuoco medio rigirando gli involtini di tanto in tanto per cuocerli uniformemente.
Appena pronti, trasferite gli involtini su un vassoio e tagliateli a fette di un paio di centimetri di spessore.
Preparate quindi una salsina mescolando la panna con la senape e il pepe in grani e due cucchiai dell’olio di cottura degli involtini e scaldatela 2-3 minuti prima di versarla sui rotolini.
Nella foto ho accompagnato il piatto con una bruschettina col lardo di Colonnata… Al di l√† della bont√† di questa ricetta, ritengo che sia davvero il miglior modo di gustare il vero lardo.

04
Lug
06

Involtini di manzo su crema di ceci al rosmarino

Involtini con crema di ceci

Non poteva durare a lungo! Dopo tanti piattini freddi e leggerini sentivo il bisogno di tornare un po’ alle mie vecchie abitudini culinarie.
Oggi a pranzo ero solo in casa quindi ne ho approfittato per cucinare un po’ di carne… Non che solitamente non possa farlo: √® solo che dispiace a me, in presenza di una vegetariana, riempire la cucina dei profumi della cottura della carne. Quindi di norma evito di cucinarla (e la cosa non mi pesa per niente perch√© non mi farebbe nemmeno bene alla salute mangiarla di continuo… una volta al mese per√≤ me la concedo). E dunque, un mese dopo lo spezzatino col Berber√© ecco la mia seconda ricetta di carne!
Vabb√®, dato il caldo potevo limitarmi ad un carpaccino veloce veloce con funghi, rucola e grana ma mi andava il piatto ricco e sostanzioso…

  • 2 fettine di manzo scelto (circa 150-170g)
  • 4 fette di bresaola
  • 1 zucchina grande
  • 2 fette tagliate fini di pecorino di Pienza
  • 100g ceci lessati
  • 1 rametto di rosmarino
  • olio, sale, pepe e peperoncino

Preparate prima la crema che poi lascerete freddare nel piatto: scaldate un po’ d’olio in un tegame e buttateci le foglie di rosmarino rosolandolo per un paio di minuti (se vi piace aggiungete uno spicchio d’aglio schiacciato che toglierete dopo i due minuti). Versate i ceci e fateli insaporire, poi spegnete il fuoco, regolate di sale, pepe e peperoncino e con il frullatore a immersione riducete il tutto in crema. Versate a specchio nel piatto e preparate gli involtini.
Battete leggermente le fettine di manzo e adagiatele su un piatto. Tagliate la zucchina per il lungo a fette molto sottili e sistematela sopra alla carne. Quindi sovrapponete due fette di bresaola per ogni involtino e una fetta di pecorino. Rigirate con cura la carne su se stessa per formare l’involtino e fermatela con uno stuzzicadenti (o due, se servono) e mettetela a rosolare in un tegame con un filo d’olio a fuoco medio per una decina di minuti girandola spesso.
Appena comincer√† a sciogliersi il formaggio e a scurirsi la fettina, l’involtino √® pronto. Ponetelo nel piatto sopra alla crema di ceci e servite.




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

  • Circa 4 anni senza pubblicare alcuna ricetta, eppure ancora oggi 120 persone sono venute a visitare il blog...... fb.me/3T3TJPa6i 2 years ago
  • OK, sono stato definitivamente assimilato: dolce inglese per Capodanno! Baileys Trifle. Potrei pure farci un post... ;) 2 years ago
  • Can you eat amazing food in Belfast? Yes, you can! 3 places out... (White Chocolate And Honeyco... @ Made In Belfast) foodspotting.com/reviews/5107079 2 years ago

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare