Posts Tagged ‘semi di finocchio

05
Apr
07

Tartare di tonno

Tartare di tonno

A seguito del “servizio fotografico” al panino Cézanne di ‘ino Alessandro ha preso a riempirmi di regali ogni volta che mi presento da lui. Se da un lato mi fa enorme piacere dall’altra mi imbarazza perché mi sembra di approfittarmene… L’ultima volta mi ha regalato addirittura un bel pezzo di porchetta di tonno, un prodotto eccezionale e molto saporito (e sicuramente di grande valore) per il quale ho pensato a lungo su come utilizzarlo al meglio. Alla fine ho optato, con somma soddisfazione, per una tartare molto semplice (per la gioia di tutti quelli che mi chiedono ricette di facile preparazione).
Non so se la porchetta di tonno sia un prodotto facile da reperire ma credo che si possa comunque sostituire, rimettendoci un po’ in sapore, con un bel trancio di tonno fresco.

  • 200gr di porchetta di tonno
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, il più buono che trovate
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 2 prese di semi di finocchio
  • sale e pepe

Tritate grossolanamente il tonno al mixer. Emulsionate bene l’olio e l’aceto balsamico. Aggiungete il sale, il pepe e i semi di finocchio quindi unite il tutto al tonno tritato in una capace terrina. Mescolate bene ed eventualmente aggiustate un po’ di sale. Quando gli ingredienti sono bene amalgamati prendete l’impasto in mano e fatene una polpetta, schiacciandola leggermente al centro. Al momento di servire versate il succo di limone nell’incavo della polpetta e gustate…

Buono, semplice, veloce… che volete di più? 🙂

Annunci
26
Ago
06

Seitan Vindaloo

Seitan Vindaloo

E dopo il successo di visite e commenti della ricetta per l’ultimo Blog-appétit torno finalmente ad accontentare tutti i miei cari amici vegetariani che frequentano questo blog! Sono passati ben 22 giorni dalla mia ultima ricetta vegetariana (dolci esclusi ovviamente) ed è giunto il momento di porre rimedio a questa mancanza…
Uno dei miei piatti preferiti della cucina indiana (o meglio: della cucina che si gusta nei ristoranti indiani in Italia) è il montone Vindaloo che è inverosimilmente piccante ma anche una delizia al palato. Il Vindaloo è una specialità indiana piccante in cui gli ingredienti vengono prima marinati e poi cucinati e per la quale si possono usare diversi tipi di carne. Volendo riproporre la stessa esperienza in un piatto vegetariano ho cercato di donare gli stessi sapori ad uno spezzatino di Seitan (per la cui preparazione, se volete provare a farlo in casa, vi rimando a quest’altro post). Ho ridotto leggermente la dose di piccante perché la mia ragazza non ha la mia stessa resistenza al peperoncino, anche se se la cava benissimo, e ho cambiato alcuni ingredienti rispetto ai piatti Vindaloo che ho trovato online per adattarli al gusto e alla consistenza del seitan…

  • 400g di Seitan
  • 1 grossa carota
  • 50g di burro
  • 3 cucchiai di aceto di mele
  • 2 cucchiai di coriandolo in polvere (io avevo i semi e li ho dovuti pestare nel mortaio per dieci minuti prima di ottenere la polvere della giusta consistenza)
  • 1 cucchiaio di peperoncino rosso in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere (va bene anche lo zafferano)
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 1 pizzico di semi di finocchio
  • sale

Preparate questo piatto con largo anticipo perché dovrà marinare per circa 5 ore…
Mescolate in una ciotola tutte le spezie con l’aceto e la carota tritata molto finemente. Tagliate il seitan a tocchetti e mescolatelo bene nella ciotola con la marinatura, coprite con della pellicola trasparente e lasciatelo stare lì per 5 ore (minimo).
Trascorso questo tempo sciogliete il burro in un tegame e mettete a cuocere il seitan con tutta la sua marinata. Dopo un paio di minuti aggiungete un bicchiere d’acqua calda e il sale, quindi coprite il tegame e lasciate cuocere per una buona mezz’ora fino a quando la salsa si sarà asciugata. In alcune preparazioni di carne il piatto viene lasciato piuttosto liquido ma siccome il seitan tende ad impregnarsi ho preferito far ritirare la salsa; se vorrete fare un tentativo lasciando più liquido poi fatemi sapere com’è andata…
Togliete dal fuoco e servite ben caldo con del riso Basmati (ovviamente), magari insaporito con curry e foglie di limone…




Shop






Premio BlogCafé 2007


Tweet

Archivio

Contatti e altro

Fabien Butazzi network

email: fabien.b@gmail.com

Creative Commons License

All pictures and texts are work by Fabien Butazzi and they are licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 2.5 Italy License.

Blogger against hunger

Iscriviti a Queexo, il primo Social Network che ti fa guadagnare



Annunci